UK, 21enne denuncia stupro a Firenze: ora è accusata di simulazione di reato

UK, 21enne denuncia stupro a Firenze: i filmati delle telecamere di sicurezza installate nel locale di Firenze hanno smentito il racconto della giovane, che ora rischia una condanna da 4 a 12 anni di carcere.


La stampa britannica sta dando molto risalto alla curiosa vicenda di Serena Bowes, studentesse del Newcastle College che lo scorso anno, durante una gita in Italia organizzata proprio dal college, denunciò di essere stata vittima di violenza sessuale mentre si trovava in un locale notturno di via della Vigna Vecchia, a Firenze.

Del caso si occupò anche la stampa italiana. Era il maggio 2014 e Il Gazzettino scriveva:

La polizia di Firenze sta indagando sulla denuncia di una studentessa inglese di 21 anni, che dice di essere stata violentata la scorsa notte, nei bagni di un locale di via della Vigna Vecchia. […] Secondo il racconto della 21enne, il responsabile della violenza sarebbe un uomo conosciuto nel locale, che l’avrebbe seguita nei bagni e poi costretta a subire un rapporto.

Dopo la violenza, la giovane presentò una regolare denuncia e tornò in Inghilterra. Oggi, a distanza di pochi mesi, Bowes si è vista recapitare a casa una lettera con cui le autorità italiane la accusano di simulazione di reato, sostenendo che le accuse lanciate dalla giovanissima erano inventate.

Lei nega ogni addebito, ma sa anche che se non si presenterà in Italia il processo andrà avanti anche senza di lei e in caso di condanna – rischia da 4 a 12 anni di carcere – le autorità nostrane potranno chiedere l’estradizione.

Al Newcastle Chronicle, il quotidiano locale che per primo ha dato voce al caso di Bowes, la giovane ha raccontato di essere sconvolta: prima lo stupro, da lei sempre sostenuto, e ora le accuse nei suoi confronti che rischiano di farla finire dietro le sbarre.

Non tornerò mai a Firenze a causa di quello che è successo. Se dovessi ricevere una condanna dai 4 ai 12 anni di carcere la mia vita finirebbe.

Quello che Bowes non ha raccontato è cosa è accaduto dopo: le autorità fiorentine hanno confermato che i medici non hanno trovato tracce di violenza sulla giovane e che i filmati delle telecamere di sicurezza installate nel locale hanno smentito il suo racconto. 055Firenze, pochi giorni dopo la denuncia della 21enne, scriveva:

Oggi però è arrivata la smentita grazie a un video. La giovane e l’uomo che l’avrebbe violentata sono stati ripresi mentre escono dal bagno, in un atteggiamento incompatibile con l’aggressione. Inoltre, anche i medici non hanno riscontrato tracce di violenza sulla giovane.

Il processo comincerà a breve, con o senza Serena Bowes che, ad oggi, sta cercando un consiglio legale e non ha ancora trovato il supporto di cui avrebbe bisogno.

Foto | Facebook

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →