Il massacro a Gaza corre su Facebook, mentre Israele si difende su Twitter e YouTube

L’Europa propone una tregua, ma Israele non molla. Giunti ormai al quinto giorno di attacchi, siamo soltanto al primo assaggio dell’operazione Piombo fuso. Infatti per il governo israeliano è solo l’inizio, come riportava già Sostenibile, una guerra totale scrive Passineldeserto. Gaza risponde con il lancio di razzi Qassam che hanno ucciso quattro israeliani. Crisis, da

L'Europa propone una tregua, ma Israele non molla. Giunti ormai al quinto giorno di attacchi, siamo soltanto al primo assaggio dell'operazione Piombo fuso. Infatti per il governo israeliano è solo l'inizio, come riportava già Sostenibile, una guerra totale scrive Passineldeserto.

Gaza risponde con il lancio di razzi Qassam che hanno ucciso quattro israeliani. Crisis, da un servizio del TG2 di ieri sera spiega quanto la situazione sia disperata, mentre Israele si difende online, tiene conferenze su Twitter e apre il suo canale su YouTube scrivono Vincos e IsraelPolitik. E l'informazione, dopo i monaci della Birmania, i blogger cinesi e le elezioni Usa con Barack Obama, corre sempre più su web. Un citizen reporter è più prezioso di un  lancio di agenzia e anche il Corriere ieri ha raccolto via Facebook le testimonianze di alcuni abitanti della Striscia.

Continua a leggere su Blogosfere Politica e Società