Usa: ex cheerleader accusata di stupro, ha avuto rapporti sessuali con un 15enne

Famosa ex cheerleader americana intreccia una storia sessuale con l’amico 15enne del figlio. Quando i due rompono, lui racconta tutto alla polizia che arresta la donna.

Una donna di 47 anni, ex cheerleader dei Baltimore Ravens, è accusata di stupro per aver avuto rapporti sessuali con un amico del figlio, un ragazzo di soli 15 anni. La donna era sposata, ma in crisi. E aveva letteralmente perso la testa per il minore. Con cui, alla fine, è riuscita ad avere ciò che voleva. Ma adesso, in tribunale, dovrà difendersi dall’accusa di violenza sessuale su un minorenne.

Molly Shattuck era diventata famosa negli Stati Uniti per essere diventata la più anziana cheerleader professionista della National Football League. Aveva infatti lavorato fino a 38 anni, per poi dedicarsi alla famiglia e ai suoi tre figli. Era sposata con il milionario Mayo Shattuck, 60 anni, e aveva iniziato pure a scrivere libri di successo sulla salute e sul tenersi in forma.

Apparentemente, non le mancava niente. Tranne quel compagno di scuola del figlio, che aveva iniziato a ossessionarla. La relazione tra i due è cominciata a maggio, quando la donna ha commentato una foto del ragazzino su Instagram. Poco tempo dopo, il figlio di Molly ha inviato un sms all’amico per informarlo che la madre si era infatuata di lui. “Dovresti contattarla, ecco il numero”. Come due adolescenti, i due hanno cominciato a inviarsi messaggi per un mese. A giugno, è cominciata la frequentazione vera e propria.

I due si vedevano all’uscita di scuola. All’inizio, solo coccole, poi il vero e proprio rapporto sessuale. In particolare, gli investigatori accusano Molly per un week end, in cui ha portato i figli e alcuni amici dei ragazzi in una casa sulla spiaggia a Delaware. Qui, ha comprato birra e poi si è appartata con il ragazzo. La storia è venuta alla luce dopo la rottura tra l’ex cheerleader e il 15enne, che ha raccontato tutto alla famiglia. Che ha contattato la polizia.

Molly è stata arrestata, poi rilasciata dietro il pagamento di una cauzione da 84 mila dollari. Ora dovrà rispondere delle accuse di stupro di terzo grado, contatto sessuale illegale con un 15enne e per aver fornito alcol a un gruppo di minori. La donna si è dichiarata innocente, ma gli sms e altre prove paiono inchiodarla alle sue responsabilità.