Brindisi: incendiata l’auto di un consigliere comunale

Al sindaco Mimmo Consales l’auto era stata bruciata 7 giorni fa: “Cos’altro deve accadere perché si attuino misure serie di sicurezza?”.

Nuovo attentato intimidatorio a Brindisi, nella notte è andata a fuoco l’auto di un consigliere comunale. Una settimana fa era stata la vettura del sindaco ad essere data alle fiamme. Ed è lo stesso primo cittadino Mimmo Consales a denunciare l’accaduto e a chiedersi e a chiedere ora, con un tweet:

Incendiata l’auto del consigliere comunale Muccio. Cos’altro deve accadere perché si attuino misure serie di sicurezza?

L’auto incendiata la scorsa notte apparteneva al consigliere di maggioranza al comune di Brindisi e imprenditore, Toni Muccio, di “Noi Centro”. Si tratta di una Mercedes bianca che era sì intestata alla moglie, ma usata anche da lui, come si legge sulla stampa locale.

Al divampare delle fiamme sul posto, in viale Gran Bretagna, sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri, che poi hanno eseguito tutti i rilievi de caso. A dare l’allarme era stato lo stesso Muccio dopo aver sentito uno scoppio provenire dalla strada dove era stata parcheggiata la macchina.

Muccio è politicamente vicino al sindaco Consales, quando l’auto del sindaco venne incendiata il 3 novembre scorso il consigliere di Noi Centro era stato tra i primi a manifestargli sostegno e solidarietà contro il vile attentato.

© Getty Images – Tutti i diritti riservati