Camusso (Cgil) “spara” contro Monti: “crescita cassata, equità mai vista”. E sulla Fornero all’Alenia: “Stia a casa!”

Non ha peli sulla lingua Susanna Camusso. La segretaria generale della Cgil nella sua relazione al Direttivo nazionale spara ad alzo zero contro il governo: “La riforma (del lavoro ndr) non contrasta la precarietà. Da Monti parole gravi, la crescita viene cassata e l’equità non c’è mai stata”. Quindi serve la risposta di lotta dei

Non ha peli sulla lingua Susanna Camusso. La segretaria generale della Cgil nella sua relazione al Direttivo nazionale spara ad alzo zero contro il governo: “La riforma (del lavoro ndr) non contrasta la precarietà. Da Monti parole gravi, la crescita viene cassata e l’equità non c’è mai stata”.

Quindi serve la risposta di lotta dei lavoratori: “ Chiediamo un mandato per la mobilitazione unitaria con Cisl e Uil”. Non manca infine il messaggio e il monito ai partiti: “No all’antipolitica”.

Divampa anche la polemica sulla visita del ministro del Welfare all’Alenia di Torino per illustrare la riforma del lavoro.

Il segretario della Cgil taglia corto: «La Fornero non ci deve andare. Ritegno che ognuno abbia i suoi ruoli che bisogna mantenere e rispettare». E aggiunge: “Ci vedo della supponenza in questo gesto, una sorte di ‘vengo io così gliela spiego la riforma, perché voi non sapete fare il vostro mestiere’. Mi pare la sua una logica di sfida”. Ribatte a stretto giro di posta il ministro Elsa Fornero:”Idee diverse sulla cortesia”.

Valzer continua. Sulla tolda del Titanic.