Roma, violentano e derubano un portiere di notte: arrestati grazie alle videocamere

Quattro giovani sono accusati di estorsione e violenza sessuale di gruppo

Lo scorso 20 ottobre, intorno alle tre di notte, quattro giovani hanno suonato al portone di un hotel di Roma, in zona Esquilino e sono entrati. Raggiunto il portiere di notte, gli aggressori hanno minacciato l’uomo spintonandolo fino al ripostiglio e qui tre di loro hanno abusato di lui, mentre un quarto riprendeva la scena col telefonino.

Dopo la violenza sessuale, l’uomo erta stato derubato dei suoi soldi e di altri 400 euro, incasso dell’albergo. Andandosene dall’albergo, gli autori della violenza avevano detto all’uomo che avrebbero postato il video dello stupro sui social network nel caso l’uomo si fosse rivolto alla Polizia.

Il portiere dell’albergo si è presentato agli uffici del commissariato dell’Esquilino e ha denunciato l’accaduto. Grazie alla visione delle videocamere presenti nell’albergo gli inquirenti sono riusciti a capire che la banda era formata da due giovani dell’est e da altri due con accento spiccatamente romano. Nel giro di una decina di giorni, gli aggressori sono stati rintracciati e denunciati all’autorità giudiziaria presso la quale dovranno rispondere di estorsione e violenza sessuale di gruppo.

Ma le indagini non si fermano alla notte del 20 ottobre: gli inquirenti stanno infatti cercando di capire se i quattro indagati abbiano esercitato violenze e organizzato estorsioni ai danni di altre persone.

Via | Corriere