Flavio Tosi chiede scusa al ministro Cecile Kyenge, l’Ue: “Attacchi ingiustificabili”

Il leghista Tosi all’Africa Summer School di Verona porge le scuse al ministro dell’integrazione Cecile Kyenge: è rottura con la Lega Nord?

In occasione dell’inaugurazione dell’Africa Summer School di Verona, tenutasi nella calda giornata di ieri, il sindaco leghista della città, Flavio Tosi, ed il ministro dell’Integrazione Cecile Kyenge hanno avuto l’opportunità di incontrarsi e parlarsi: l’esponente della Lega Nord, con parole che hanno sorpreso molti, ha chiesto pubblicamente scusa al ministro per le frasi ingiuriose che più volte, da parte di esponenti e militanti della Lega Nord, le sono stati rivolti.

Ad annunciare la presenza all’evento del ministro era stata la stessa Kyenge:

Sottolineando i provvedimenti già presi, nonchè la condanna inferta a Dolores Valandro, Tosi, che è anche segretario federale della Lega Nord, ha voluto rilanciare anche le parole di Roberto Maroni, che parla di contestazione dei contenuti e non delle persone.

“Fermo restando che in democrazia si possono avere idee diverse, il rispetto come ministro e soprattutto come persona e come donna è una cosa dovuta: porgo le mie scuse al ministro Kyenge, se qualcuno della mia parte politica l’ha offesa e se qualcuno non le ha fatte. […] esprimo dunque la solidarietà della città e la mia personale per gli insulti ricevuti. […] Tra il segretario Roberto Maroni e il ministro Cecile Kyenge non c’è stata una polemica aspra. C’è stato qualcuno che nella Lega Nord, in maniera stupida, ha sbagliato insultando il ministro. E la Lega ha preso provvedimenti.”

Solo giovedì scorso il ministro Cecile Kyenge aveva declinato l’invito a partecipare alla Festa della Lega Nord a Milano Marittima, vincolandola ad un intervento del segretario federale della Lega Nord Roberto Maroni che, tuttavia, non c’è stato (almeno nei termini richiesti dal bon-ton), ma che in realtà è arrivato da altre parti (come dal Presidente della Regione Veneto Luca Zaia e, appunto, dal sindaco di Verona Flavio Tosi).

C’è forse una piccola crepa, c’era già da tempo a dire la verità, tra l’ala veneta ed il resto della Lega Nord, una crepa che rischia di fratturare completamente il partito che fu di Umberto Bossi: l’estate padana, c’è da scommetterci, sarà rovente.

Il commissario Ue agli Affari Interni Malmstorm

Cecilia Malmstorm, commissario europeo agli Affari Interni, ha duramente commentato gli insulti collezionati dal ministro dell’Integrazione italiano Cecile Kyenge, nonostante le parole del sindaco di Verona Tosi e del governatore del Veneto Zaia indirizzassero la vicenda insulti verso una pacificazione.

“Sono rattristata nel vedere che il ministro Kyenge è stato obiettivo di commenti razzisti incredibilmente offensivi e ingiustificabili. Ho un enorme rispetto per il modo in cui affronta tali attacchi. La sua dignità, serenità e intelligenza sono davvero impressionanti. Sostengo il suo lavoro e il suo impegno per i diritti dei migranti e spero che la sua nomina possa essere un passo avanti per l’Italia. Incoraggio dibattiti aperti basati su dati di fatto e conoscenza, e condotti in uno spirito di rispetto reciproco. E come lo stesso ministro Kyenge ha detto, spero che possiamo vedere un dibattito rispettoso su questi argomenti in Italia.”

I Video di Blogo

Milano: scippo in diretta nella metropolitana (VIDEO)