Canada, trovati in un magazzino i resti di 4 neonati

Le autopsie sono già in corso. Al momento non è stata avanzata alcuna ipotesi investigativa.

Macabra scoperta una manciata di ore fa in un armadietto in affitto presso un’azienda di Winnipeg, nella provincia di Manitoba: i cadaveri di quattro neonati in avanzato stato di decomposizione sono stati rinvenuti da alcuni dipendenti della U-Haul mentre stavano facendo l’inventario dell’armadietto di un cliente insolvente.

La persona, la cui identità non è stata diffusa dalla stampa, aveva smesso di pagare per l’affitto di quell’armadietto e come da prassi i dipendenti dell’azienda sono intervenuti per liberarlo:

I resti erano così mal conservati che non è ancora chiaro se si tratta di quattro cadaveri separati o di tre. Questo sarà chiarito dall’autopsia.

Eric Hofley, portavoce della polizia di Winnipeg, ha evitato per il momento di avanzare ogni ipotesi investigativa. Si è limitato a definire il caso come “una tragedia al di là di ogni immaginazione, una scoperta inquietante” e a precisare che le autopsie per chiarire le cause del decesso e l’età degli infanti sono già in corso.

La stampa locale, però, rivela che le autorità stanno già interrogando alcune persone e che l’unità che si occupa di indagare sugli abusi su minori è già stata allertata.

Le indagini proseguono.

(in aggiornamento)

Ultime notizie su Cold Case

Tutto su Cold Case →