Comiso, uccide la figlia e fugge: arrestato

Preso il presunto omicida, dietro il delitto ci sarebbero motivazioni di carattere economico.

di remar

    Aggiornamento 9:59. La polizia ha arrestato questa mattina l’uomo accusato di aver ucciso la figlia durante un litigio per motivi economici ieri sera a Comiso. Quando la squadra mobile della polizia lo ha rintracciato l’uomo aveva ancora ancora con sé la pistola con cui avrebbe sparato alla donna. Le ricerche, che andavano avanti dalla scorsa notte, si sono svolte con l’ausilio di un elicottero della polizia.

Ci sarebbero motivazioni di carattere economico dietro l’omicidio di una donna di 37anni uccisa dal padre durante una lite ieri sera a Comiso, in provincia di Ragusa.

Nel violento alterco era rimasto coinvolto anche il marito della vittima. La donna, originaria della Tunisia come il marito, è stata uccisa con un colpo di pistola.

Il delitto è avvenuto nelle campagne di Comiso. Il cadavere della donna, che lascia tre figli minorenni, sarebbe stato rinvenuto all’aperto, in un campo.

Le indagini sono condotte dalla squadra mobile della polizia di Ragusa. Gli agenti dalla scorsa notte sono sulle tracce del presunto omicida che dopo l’ennesima lite familiare scoppiata tra lui, la figlia e il genero ha ucciso la donna per poi fuggire.

Sul luogo del rinvenimento del cadavere gli uomini della polizia scientifica che hanno eseguito tutti i rilievi del caso, utili a ricostruire la dinamica dell’omicidio.