Ping Pong: botte (e risposte) della giornata politica

Leggi e commenta la Top NewsSondaggio: resta al top la fiducia in Berlusconi e nel governo. Molto bene Bossi e la Lega. Crisi profonda del Partito democratico. Il Premier: “Gli italiani sono con me. Altro che i quattro fischi!” Veltroni: “La luna di miele sta finendo. Il Premier impegnato a risolvere solo i problemi personali”.Il

Leggi e commenta la Top News

Sondaggio: resta al top la fiducia in Berlusconi e nel governo. Molto bene Bossi e la Lega. Crisi profonda del Partito democratico. Il Premier: “Gli italiani sono con me. Altro che i quattro fischi!” Veltroni: “La luna di miele sta finendo. Il Premier impegnato a risolvere solo i problemi personali”.

Il nostro commento. Alessandro Amadori di Coesis Research fotografa una situazione molto favorevole per il Premier (fiducia poco sotto al 60%) e per il governo di Centrodestra (oltre il 50%). C’è solo qualche elemento di raffreddamento rispetto agli inizi, con l’avanzare dei pro e dei contro come sul provvedimento del blocca-processi. Prevale la razionalità sul dato emotivo. Gli italiani appoggiano il Premier ma adesso vogliono vedere i fatti. Berlusconi e il suo governo non hanno per ora alternative credibili. Se si votasse oggi i risultati sarebbero uguali a quelli del 13 aprile. Addirittura con la Lega in ulteriore avanzamento e l’opposizione ancor peggio e il Pd in discesa. Nel paese c’è una mono-offerta politica. Così, non è mai accaduto in Italia. La gente pensa che il rischio di crisi, addirittura una dissoluzione, gravi sul Pd di Veltroni, non su Berlusconi e il Pdl. Insomma il Centrosinistra disastrato tiene le bocce ferme. Gongola il Cavaliere e inghiotte amaro Veltroni. L’Italia resta nel bivio. Ma il barometro continua a segnare bonaccia. Cioè crisi.

Fabrizio Cicchitto: “Sono dati confortanti che ci stimolano a proseguire coerentemente il nostro impegno di governo. La spinta viene da Berlusconi e gli italiani ne sono consapevoli. Il Pd? Non hanno saputo governare e non sanno fare opposizione”.

Antonello Soro: “Gli italiani vedranno in autunno che le promesse di Berlusconi rimangono solo promesse e quindi rimarranno molto delusi. Spetta a noi cogliere la nuova situazione che verrà”.

Paolo Bonaiuti: ”Come si può pensare che venga premiato Veltroni, uno che un anno fa diceva “Bisogna unire gli italiani” e oggi bacchetta gli italiani che hanno votato per Berlusconi? Veltroni è oramai il cugino di Di Pietro, uno che grida contro le “leggi canaglia” del premier e che gli italiani non vorrebbero certo al potere”.

Roberto Maroni: “Viene premiato il coraggio dell’intero Governo. Gli italiani vedono cosa stiamo facendo, a cominciare dai temi caldi come la sicurezza. E’ un duro lavoro di risanamento e di rinnovamento. In questo Bossi e la Lega stanno davvero dando un contributo essenziale”.

Anna Finocchiaro: “Berlusconi gode ancora dell’onda lunga del voto. Ma non c’è una promessa tradotta in un fatto. Il Premier lavora solo per se stesso”.

Antonio Di Pietro: “L’Idv è in forte crescita. Però il problema è come togliere consenso al Centrodestra che è oramai pericoloso per l’Italia. Il nostro problema è il Pd, così com’è è solo una palla al piede”.

Pier Luigi Bersani: “Rallenta l’occupazione, crollano i consumi, il pil fermo allo 0,1% dopo l’1,5% del 2007, la crisi si amplia. I ricchi sempre più ricchi e tutti gli altri sempre peggio. Presto gli italiani vedranno in che trappola sono caduti”.

I Video di Blogo