Cantante metal accoltella il chitarrista perchè “suonava male”: un blog forse spiega il vero movente

Ogni volta che un fatto di cronaca si lega in un qualche modo a una band, peggio che peggio se la band è metal(=musicisti brutti e cattivi), i telegiornali e i quotidiani ci sguazzano. La vicenda, detta così, risulta folle e senza apparente spiegazione. In poche parole Cristina Balzano, una ragazza di 20anni, cantante in

Ogni volta che un fatto di cronaca si lega in un qualche modo a una band, peggio che peggio se la band è metal(=musicisti brutti e cattivi), i telegiornali e i quotidiani ci sguazzano. La vicenda, detta così, risulta folle e senza apparente spiegazione.

In poche parole Cristina Balzano, una ragazza di 20anni, cantante in una band metal (semisconosciuta, tali Cry Soul) sabato sera alle 21.30 ha dato una ventina di coltellate ad A. D. di 16 anni, chitarrista nella stessa band. I danni inizialmente sono apparsi molto gravi, con fendenti alla testa, al torace e alla schiena. E' stato operato all'arrivo in ospedale e nel pomeriggio di domenica è stato sottoposto ad un nuovo intervento. Ora le sue condizioni sono stabili, anche se rimane ricoverato nel reparto di rianimazione dell'ospedale Villa Scassi di Genova

Pare che il motivo scatenante di un'aggressione così violenta sarebbe stato un litigio legato alle prove, pare un accordo sbagliato in una canzone. La ragazza avrebbe preso un coltello da casa (nonostante poi dichiari di non ricordarsi questo particolare) e ha accoltellato il ragazzino in un vicolo.

Accusa finale: tentato omicidio, sia per la ragazza che per il fratello minorenne di lei, militante anch'egli nella band, perchè anche lui aveva tagli sulle mani. Martedì nel carcere di Marassi ci sarà l'udienza di convalida dell'arresto.

Ma quello che ci si chiede è: può essere stato davvero un accordo sbagliato la causa di una furia del genere? 

Escludendo a priori eventuali influenze mefitiche della musica metal che la band suonava, spuntano testimonianze che spiegano meglio i rapporti tra la giovane e il ragazzo aggredito. Un'amica avrebbe dichiarato al Secolo XIX

"Tu con noi non suoni più. Era aggressiva quando gliel’ha detto. Non la riconoscevo. Noi scherzavamo con lui, dicendogli che non era capace. Cristina no. Voleva che io cercassi un chitarrista nuovo. Al "Red house" (la sala prove n.d.r) stavamo provando "I miss you". È una canzone scritta da me in ricordo di un amico del bassista, morto in un incidente stradale. A. ha sbagliato, non si ricordava come si faceva. Cristina gli ha detto "fai schifo, devi esercitarti di più". Lui si è giustificato. Lei gli ha vietato di suonare e lo ha escluso. Anche noi lo abbiamo criticato, ma scherzavamo. Lei no. Era aggressiva, voleva proprio cambiare chitarrista. Quando siamo usciti siamo andati a Fiumara. Lei continuava a parlare con me, pensavo scherzasse. Invece…"

Di sicuro mai pensava a una cosa del genere

"Cristina non è mai stata violenta. La conoscevo da poco, ci eravamo incontrati ad Halloween. Era una tipa tranquilla, anche se un po' stravagante. Diceva che le piacevano le fruste. E una volta l'ho vista acquistare delle manette giocattolo. Mai avrei immaginato che potesse arrivare a fare una cosa simile. Certo, l'apparenza inganna. Io mi fidavo di lei. Ora mi ha deluso"

Intanto sempre secondo il Secolo XIX ci sarebbe un blog che sarebbe la prova della rivalità tra il fratello della cantante e il chitarrista.

Il fratello della cantante arrestata scrive:

Ho 5 cosucce da dire sul tuo blog:
1 non hai neanche menzionato mia sorella come vocalist
2 il gruppo non lo stai tirando su tu,ma come ogni gruppo che si rispetti lo stiamo tirando su tutti insieme
3 se metti il nome di tutti,allora aggiungi il nome della batterista(Non nasconderlo solo perchè ti ha rifiutato)
4 la tua non è pazzia,solo una stupidità infantile
5 prima di definirti chitarrista,impara a fare gli accordi e come si attacca la chitarra all’amplificatore

Qui la risposta di A.D.

1 dimenticato ora correggo
2 pensavo fosse sottointeso
3 non e per quello e che ho messo i nomi di quelli che hanno … e poi lo messa prima che mi rifiutasse
4 non so come controbattere
5 un po di cose le so fare e poi dovresti fare lo stesso tu visto che sei come me(perche lo messo)anche tu un novizio.

detto questo come va?

Scrive ancora il fratello della cantante

Se davvero ci tieni al gruppo,non dimenticheresti mai,ne lasceresti SOTTOinteso i nomi di qualche componente,che per te più che un amico,dovrebbe essere un fratello,una famiglia. Tu non hai proprio niente da controbattere ne da paragonarmi a te con lo strumento,in quanto abbia imparato a conoscere meglio io lo strumento in 3 mesi,piuttosto che te in 8. Se davvero ci tieni a imparare a suonare,pensa che la prima persona per cui lo fai è per te stesso,perchè lo strumento,non è un semplice oggetto,ma è l’incarnazione della tua passione. A parte questo quando qualche cosa non quadra durante le prove,faresti meglio a spiegare cosa secondo te non quadra perchè l’ultima volta sei stato davvero sgarbato nei confronti di mia sorella. Ci vediamo sabato alle 15:30 davanti alla fiumara,SPERO di vederti MIGLIORATO

Molte le testimonianze di solidarietà per A.D. da parte dei suoi amici.

ari.jpg

Mentre ci sono molte accuse sul blog del fratello della cantante.

C'è poco da dire, non ho idea di come si possa arrivare a questo
accoltellare per così poco, non è umano bisogna essere pazzi per farlo
dovreste passare all'infinito quello che ora sta passando il chitarrista
che possiate marcire in prigione

É grazie alla gente malata come te e tua sorella che il Metal ha questa cattiva nomea di musica "violenta, satanista, istigatrice all'omicidio…"
Io non vi conosco, è vero, ma sapere quello che siete arrivati a fare, per me, è già abbastanza. 

Che tristezza…
Grazie ai c******* come te che si sparla del metal,rock e generi derivanti. 

Molti ragazzi quindi condannano la condotta dei due fratelli che getta fango su un genere musicale che spesso viene usato come capro espiatorio in caso di atti di violenza inspiegabili.

Invece, come scrivono alcune persone nei forum in cui si parla del fatto,l'importante è che si ponga l'accento sulla pazzia della ragazza piuttosto che il genere musicale che i ragazzi suonavano (cosa che è stata invece fatta in alcuni telegiornali).