Caso Kazakistan: Ablyazov potrebbe essere estradato in Ucraina

Impossibile l’estradizione in Kazakistan, difficile verso la Russia. In autunno la decisione definitiva.

Ablyazov è stato arrestato ieri dalle forze speciali francesi nei dintorni di Cannes. Al momento si trova in detenzione provvisoria dal tribunale di Aix-en-Provence.

Il suo avvocato, Bruno Rebstock, ha fatto sapere che si è in attesa di valutare un eventuale estradizione in Ucraina del dissidente kazako. Ma perché proprio in Ucraina? L’avvocato generale della corte d’Appello, di Aix-en-Provence, Solange Legras, ha spiegato che non c’è la possibilità di estradarlo in Kazakistan perché tra i due paesi “non c’è nessuna convenzione, mentre con la Russia e’ possibile solo nel caso in cui ci sia prescrizione”.

Più fattibile l’estradizione in Ucraina, invece, dove la banca Bta, posseduta da Ablyazov, aveva degli interessi. Il Paese che ha richiesto l’estradizione ha quaranta giorni di tempo, a partire dall’arresto, per inviare il dossier alla giustizia francese. La decisione finale dovrebbe essere presa questo autunno, tra settembre e ottobre.

È stata infatti proprio l’Ucraina a chiedere l’arresto di Ablyazov, mentre la Russia ha giocato un ruolo importante nella sua identificazione.

I Video di Blogo