Rutelli ha intascato 866.000 euro per la sua fondazione: lo scrive l’Espresso. E il leader Api querela …

L’affare s’ingrossa, diceva quello. A crescere, stavolta, come minacciato da Lusi, è l’affaire del “tesoretto”. L’ex tesoriere della Margherita avrebbe girato 866mila (ottocentosessantaseimila) euro alla fondazione di Francesco Rutelli, oggi leader dell’Api – rivela l’Espresso-. «L’ex sindaco di Roma aveva appena lasciato il Pd per fondare il suo nuovo partito». Brutta storia. Immediata contromossa dell’ex

L’affare s’ingrossa, diceva quello. A crescere, stavolta, come minacciato da Lusi, è l’affaire del “tesoretto”.

L’ex tesoriere della Margherita avrebbe girato 866mila (ottocentosessantaseimila) euro alla fondazione di Francesco Rutelli, oggi leader dell’Api – rivela l’Espresso-. «L’ex sindaco di Roma aveva appena lasciato il Pd per fondare il suo nuovo partito». Brutta storia.

Immediata contromossa dell’ex cofondatore del Pd. Le accuse a Francesco Rutelli di aver intascato tramite la fondazione Cfs 866 mila euro provenienti dalle casse della Margherita “è ridicola”. Tanto più se si pensa che l’ex sindaco di Roma, come presidente a tutt’oggi della Margherita e al contempo leader di Api, lavora per “puro volontariato politico” senza mai “aver preso nemmeno un centesimo” dai Dl. Lo rende noto l’ufficio stampa di Rutelli annunciando querela nei confronti del settimanale l’Espresso e di “quanti riportassero tali diffamazioni, saranno chiamati a rispondere in giudizio”.

A rappresentare Rutelli, saranno gli avvocati Titta Madia e Vincenzo Zeno Zencovich, che promuoveranno la querela per una lunga serie di motivazioni elencate nella nota, oltre ad altre “che saranno rinvenute” dagli stessi legali. Bomba a orologeria?