OutdoorDays – Ronda Run

Oggi parliamo della gara podistica che si disputerà il 25 maggio 2008 all’interno degli OutdoorDays. Il percorso di gara attraverserà gli ambienti tipici di questo angolo di Mediterraneo alle porte delle Alpi in un susseguirsi di fantastici scorci sull’Alto Garda e la corona di montagne che lo incorniciano. Il percorso misto, asfalto/sterrato/sentiero sassoso, il susseguirsi

Oggi parliamo della gara podistica che si disputerà il 25 maggio 2008 all’interno degli OutdoorDays. Il percorso di gara attraverserà gli ambienti tipici di questo angolo di Mediterraneo alle porte delle Alpi in un susseguirsi di fantastici scorci sull’Alto Garda e la corona di montagne che lo incorniciano.

Il percorso misto, asfalto/sterrato/sentiero sassoso, il susseguirsi di tratti in salita e discesa ne fanno una competizione particolare, certamente un itinerario dove non ci si può annoiare incalzati dai ritmi sempre diversi imposti dal percorso e dal fondo ma soprattutto dal susseguirsi di fantastici panorami. Si correrà tra oliveti, boschi di castagno, terrazze a vigneto, agavi e fichi d’india, ammirando in lontananza le acque del Garda e sulle cime circostanti lo sciogliersi delle ultime nevi.

Le distanze previste sono due: 13.50 Km oppure 28,60 Km. A seguire il percorso nei dettagli. Vi ricordo che sul sito ufficiale trovate tutte le info per iscrizioni e partecipazione alle gare.

Percorso

Dopo la partenza da Riva del Garda – Outdoor Village (100 m) si sale tra oliveti fino al Castello di Tenno (400 m), da qui si corre lungo la soleggiata costa a vigneti per entrare poi nelle leccete e faggete della Val di Tovo (475 m) .

Scesi per sentiero fino all’abitato di Varignano (250 m) si seguono le sterrate ai piedi delle placconate calcaree del Monte Baone per raggiungere la costa ad oliveti che circonda il Castello di Arco.

Da qui si scende al Climbing Stadium Rock Master (100 m) dove è posto il traguardo della RUN breve (13,50 Km).

Il tracciato prosegue poi salendo alla chiesa di San Martino (150 m), e lungo strade poderali costeggiate da muri in sasso si attraversa il conoide che scende dal Monte Stivo per raggiungere l’abitato di Bolognano.

Si scende ora nella piana di Pratosaiano (75 m) coltivata a frutteti per andare ad imboccare la vecchia strada sterrata che sale a Nago (150 m). Nella valle sottostante il Fiume Sarca scorre ai piedi della Falesie del Monte Brione prima di gettarsi nel Garda. Con una ripida discesa gradinata si scende fino al greto del Sarca che si segue fino alla foce (60 m).

Da qui, percorrendo tutta la sponda nord del Garda, paradiso del windsurf, si raggiunge Riva del Garda, l’antico porto dominato dalla torre Apponale, per poi raggiungere il traguardo all’Outdoor Village (km 28,60).

NB: Il percorso di gara potrà subire modifiche se necessario a garantire la sicurezza degli atleti.