Roma, accoltellamento a San Basilio: tossicodipendente aggredisce un 63enne

La donna era già nota alle forze dell’ordine.


Ancora un episodio di violenza nel quartiere romano di San Basilio, sempre più spesso teatro di operazioni antidroga, aggressioni e omicidi. Stavolta, fortunatamente, la tragedia è stata soltanto sfiorata.

Erano da poco passate le 20.30 quando ieri, in via Fiuminata, una ragazza tossicodipendente di circa 30 anni, la cui identità non è stata resa nota, ha aggredito a coltellate un passante, un uomo di 63 anni, senza un motivo apparente.

L’uomo stava percorrendo la via a piedi quando la giovane si è avvicinata brandendo un coltello e l’ha colpito almeno tre volte – al petto, al collo e a un braccio – rimanendo ferita a sua volta nella colluttazione. L’anziano è stato prontamente soccorso e trasferito in ospedale, dove si trova ora ricoverato non in pericolo di vita.

Il caso è ancora avvolto nel mistero. Stando a una prima ricostruzione sembra che la vittima non conoscesse l’aggreditrice e che quest’ultima abbia agito sotto l’effetto di stupefacenti.

La donna, già nota alle forze dell’ordine, è stata arrestata e condotta in carcere.