Scherma, Valentina Vezzali a Sky Sport 24: “Ai mondiali, ero in missione ma rientrerò in Parlamento”

La fiorettista, intervistata da Sky Sport 24.

La schermitrice Valentina Vezzali è reduce da due avvenimenti importanti riguardanti la sua vita privata e la sua straordinaria carriera sportiva. La campionessa jesina, infatti, ha recentemente conquistato la medaglia d’oro a squadre ai Mondiali di Budapest ed è diventata mamma del suo secondogenito, Andrea, nato lo scorso maggio.

Questi due avvenimenti messi insieme, però, hanno creato non poche polemiche, soprattutto perché Valentina Vezzali, oltre ad essere una schermitrice, ricopre una carica politica, essendo stata eletta alla Camera dei Deputati con la lista Scelta Civica per Monti.

La Vezzali ha voluto subito chiarire questa situazione con un’intervista rilasciata a Sky Sport 24. La campionessa 39enne ha dichiarato di aver partecipato ai Mondiali in quanto era ancora “in missione”. La Vezzali ha spiegato il significato di questa definizione:

Risultavo “in missione” e vorrei spiegare cosa significa: non indica semplicemente un parlamentare che si trova a svolgere attività politiche al di fuori della Camera, ma il termine “missione” indica anche il parlamentare che si trova in maternità o in malattia. La maternità è un diritto che, fortunatamente, in un Paese civile come l’Italia, è stato acquisito e addirittura non riguarda solo le donne, ma è anche stato esteso ai neo papà.

La Vezzali non avrebbe avuto nessun problema a ricominciare la sua attività di parlamentare subito dopo il parto ma la fiorettista ha anche svelato la differenza tra la maternità vissuta da sportiva e quella da politica:

Per quanto riguarda le donne che si trovano in Parlamento, affinché possano avere la facoltà di riprendere l’attività parlamentare subito dopo la nascita, dovrebbe essere istituito l’asilo nido. Con gli allenamenti schermistici e il ritiro con la Nazionale, avevo accanto la mia famiglia e fra un allenamento e l’altro avevo la possibilità di allattare mio figlio o, addirittura, avevo la possibilità di allattare mio figlio anche mentre mi stavo allenando. Non è possibile, però, per una parlamentare donna, poter portare il proprio neonato in Parlamento soltanto perché il regolamento non lo prevede.

La Vezzali ha assicurato che tornerà in Parlamento anche prima della scadenza del periodo di maternità:

Nel mio futuro prossimo ci sarà il rientro in Parlamento, rientrerò ancora prima che la maternità sia chiusa. Sicuramente ci sarà un gran da fare e cercherò di fare il tutto impegnandomi al massimo come ho sempre fatto. Nel tempo libero mi dedicherò agli allenamenti di scherma e alla mia famiglia.

Foto | © Getty Images

I Video di Blogo

E poi c’è Cattelan #EPCC –Il gioco dei mimi con Ben Stiller