Us Open 2013: l’impresa di Thomas Fabbiano per la prima volta nel main draw di uno Slam

Thomas Fabbiano e Camila Giorgi superano le qualificazioni dello Us Open 2013. Per il tennista pugliese è la prima volta nel tabellone principale di uno Slam

Si sono conclusi i tornei di qualificazione agli Us Open 2013, al via lunedi prossimo a Flushing Meadows. Ottime notizie per il tennis italiano che avrà altri due rappresentanti nei tabelloni dell’ultimo Slam stagionale: Camila Giorgi e Thomas Fabbiano. Non ce l’ha fatta invece Andrea Arnaboldi, sconfitto dal brasiliano Rogerio Dutra Silva 6-3; 4-6; 7-6.

Us Open 2013: il tabellone maschile
Us Open 2013: il tabellone femminile 

Se la qualificazione dell’italo-argentina non stupisce (6-1; 6-0 all’americana Cohen nel turno decisivo), nonostante il mese e mezzo di stop post Wimbledon, quella di Thomas Fabbiano è stata un’autentica impresa, inaspettata alla vigilia. Il tennista pugliese, classe 1989 e attuale n°177 Atp, ha superato nei primi turni del barrage rivali accreditati come il croato Antonio Veic (6-4; 6-3) e il tedesco Mischa Zverev (6-4; 6-4) mentre, nell’ultimo, ha prevalso sull’americano Jenkins sempre in due set (6-3; 6-4).
Una settimana da incorniciare, insomma, che consentirà a Thomas di accedere per la prima volta in carriera al tabellone principale di uno Slam, lui che precedentemente era riuscito a superare le qualificazioni solo all’Atp 250 di Metz nel 2010 dove fu eliminato all’esordio da Kohlschreiber in due set. Una qualificazione quella ottenuta a Flushing Meadows che corona, peraltro, un’estate di buoni risultati con la vittoria al Challanger di Recanati (6-0; 6-3 al francese Guez) e le semifinali raggiunte a San Benedetto e a Todi.

Il sorteggio gli ha riservato un avversario insormontabile all’esordio, Milos Raonic, il peggiore tra quelli che dovevano essere accoppiati a un qualificato. Poco importa. Fabbiano avrà una grande opportunità per mettersi in mostra e, magari, creare qualche difficoltà al canadese. L’augurio è quello di rivederlo all’opera, in futuro, in altri tornei importanti e non solo nel limbo del circuito Challenger.

Foto © Getty Images

Ultime notizie su ATP Tour

Tutto su ATP Tour →