Agguato a Pianura di Napoli: ucciso Luigi Mele

La vittima è stata colpita da tre proiettili alle spalle e all’addome.

di remar

Aggiornamento ore 11.39. L’ANSA scrive che a differenza di quanto comunicato nell’immediatezza dell’agguato dalla Polizia, Luigi Mele non è figlio dell’ex boss detenuto Vincenzo Mele ma un omonimo e pur non essendo legato da vincoli di parentela al clan Mele vi sarebbe comunque affiliato, sempre secondo gli investigatori.

Napoli: figlio del boss ucciso in un agguato a Pianura

Omicidio a Napoli dove Luigi Mele, 34 anni, è morto in ospedale dopo essere stato gravemente ferito ieri sera in un agguato consumatosi in due tempi, prima dentro e poi fuori un panificio. Ad agire sarebbero stati due killer che, con il volto coperto, sono arrivati e fuggiti a bordo di uno scooter.

La vittima è il figlio di Vincenzo Mele, ritenuto l’ex boss reggente dell’omonimo clan di Pianura di Napoli, attualmente detenuto. Pochi dubbi sul fatto che si tratti di un delitto di camorra dietro cui si celerebbe una faida tra il clan Mele e quelli un tempo egemoni nelle zona, secondo Il Mattino.

I sicari hanno fatto irruzione in quel panificio del quartiere Pianura nella serata di ieri esplodendo contro Mele tre colpi che sono andati vuoto, ma quando lui è fuggito in strada è stato raggiunto da altri tre proiettili che questa volta sono andati a segno ferendolo in modo grave.

Mele è stato soccorso e trasportato all’ospedale San Paolo di Fuorigrotta in condizioni disparate. L’uomo è deceduto qualche ora dopo, alle 2:35. Nemmeno un delicato intervento chirurgico ha potuto salvargli la vita. Delle indagini sull’agguato si occupa la squadra mobile della questura di Napoli.

agguato Pianura

I Video di Blogo

Ultime notizie su Camorra

Tutto su Camorra →