Soft Air – La guerra simulata per sport

La guerra non piace a nessuno, per lo meno quella vera. In realtà molti sport hanno una derivazione bellica primo fra tutti il Pentathlon, disciplina olimpica che comprende oltre alle discipline fisiche più tradizionali come corsa, nuoto anche equitazione, spada e tiro con la pistola. Il passo dall’organizzazione in termini sportivi di azioni di carattere


La guerra non piace a nessuno, per lo meno quella vera. In realtà molti sport hanno una derivazione bellica primo fra tutti il Pentathlon, disciplina olimpica che comprende oltre alle discipline fisiche più tradizionali come corsa, nuoto anche equitazione, spada e tiro con la pistola.

Il passo dall’organizzazione in termini sportivi di azioni di carattere bellico è breve e il Softair è una realtà molto radicata in tutt’Italia, sebbene rimanga un’attività apparentemente sommersa. Sebbene non esista più una Federazione ufficiale, la Fisa ha avuto una breve vita fra il 1994 e il 1998, esistono molte associazioni sportive e innumerevoli gruppi organizzati.

Il Softair dispone anche di una rivista specializzata e viene utilizzata da alcune associazioni per l’organizzazione di esperienze di team building aziendale e non. Il dibattito sul valore, morale ed educativo, di questo tipo di attività è apertissimo ma non c’è dubbio che si tratta di un un’attività a stretto contatto con la natura e che richiede una scrupolosa preparazione atletica oltre che un rigido rispetto delle sue regole. Voi che ne pensate?

Softair
Softair
Softair
Softair
Softair
Softair
Softair
Softair
Softair
Softair
Softair
Softair
Softair
Softair
Softair
Softair