Berlusconi, la comunione e la richiesta shock al vescovo Sanguinetti

Per chi si fosse persa questa simpatica chicca berlusconiana (non è una barzelletta!). Siamo a Porto Rotondo, in Sardegna. Il premier Berlusconi partecipa alla messa di benedizione del nuovo campanile di una chiesa locale. Al momento della comunione il Cavaliere chiede al vescovo che gli sta porgendo l’ostia: “Eccellenza, perché non cambiate le regole per

Per chi si fosse persa questa simpatica chicca berlusconiana (non è una barzelletta!). Siamo a Porto Rotondo, in Sardegna. Il premier Berlusconi partecipa alla messa di benedizione del nuovo campanile di una chiesa locale. Al momento della comunione il Cavaliere chiede al vescovo che gli sta porgendo l’ostia: “Eccellenza, perché non cambiate le regole per noi separati e ci permettete di fare la comunione?”. Risposta di mons. Sanguinetti: “Lei che ha potere, si rivolga a chi è più in alto di me”.

“Saremmo tutti lieti che anche i divorziati potessero finalmente riaccostarsi al sacramento della Comunione. Ma lo saremmo appena un po’ meno se ci accorgessimo che tale licenza il rappresentate del Padreterno l’ha concessa non per motivi di comprensione verso l’umile chiesa dei fedeli, ma giusto dietro istanza di un piccolo padreterno in terra”.
by Babysnakes

“Il cavaliere di Arcore, oltre ad accingersi a “cambiare” l’Italia, tenta di cambiare anche le regole di Santa Romana Chiesa”.
by Riforme e progresso

“Credo che Berlusconi debba trovare una assurda enormità il fatto che lui debba adeguarsi alle regole della Chiesa, e non che queste si conformino al suo stile di vita. In fondo, se si fa la tara alle proporzioni plutocratiche di quest’ultimo, al suo nocciolo c’è l’apostolato evangelico diffuso tutti i giorni dalle reti Mediaset, e gaiamente ricevuto da pletore di cristiani consumatori che costituiscono il target privilegiato anche della Chiesa, che non va in cerca di nessun ascetismo”.
by Acthung Banditen

“Silvio Berlusconi ha chiesto al vescovo di Tempio Pausania di intercedere presso il Santo Padre per consentire anche ai divorziati, come lui, di fare la comunione. Male che vada potrà provvedere personalmente, non appena verrà eletto papa”.
by Giuda Maccablog

Per segnalarci il tuo blog invia una mail a politicaltrackback@polisblog.it