Basket | European Basketball Tour 2013: Italia, nuovo stop con Israele

La Nazionale azzurra viene battuta per 78-74 dalla squadra israeliana, subendo la seconda sconfitta consecutiva. Domani c’è la Polonia.

Dopo il pesante ko di ieri contro il Belgio, l’Italia esce nuovamente sconfitta anche nella seconda giornata dell’European Basketball Tour di Anversa. Gli azzurri sono stati battuti per 78-74 da Israele, pur giocando una gara decisamente migliore, rispetto a quella contro i padroni di casa. Ancora una giornata decisamente negativa per Belinelli, tra tiri sbagliati e palle perse, decisivo il parziale subito dalla squadra di Pianigiani nella prima parte dell’ultimo periodo, dopo essere stata avanti anche di 8 punti nel terzo quarto.

Il ct decide di escludere Diener (sinora in difficoltà nelle uscite in azzurri) e di inserire Cinciarini in cabina di regia, ma è tutta la squadra ad avere un atteggiamento diverso, rispetto a quello abulico di 24 ore fa. Il primo quarto fila via sul filo dell’equilibrio, con una buona circolazione di palla e un Datome molto attivo. E’ proprio l’ex Roma a dare il via al parziale azzurro: gioco da tre punti, seguito da una tripla di Aradori e dai liberi di Cavaliero, per il +7 azzurro (37-30 al 18′). Israele si riavvicina prima dell’intervallo, ma è ancora Datome ad incidere in avvio di ripresa.

Raggiunto il massimo vantaggio sul 44-36, l’Italia si spegne, complice anche un aumento dell’intensità israeliana. E’ Casspi a fare molto male alla difesa azzurra ed i suoi cinque punti in fila valgono riaggancio e sorpasso (46-47 al 27′). Israele è caldissima e trova tanti punti sotto i tabelloni, sfruttando la mancanza di centimetri e di peso degli azzurri: il solo Melli riesce a dare un po’ di energia nella prima parte dell’ultimo periodo, mentre gli avversari volano anche a +14. Un tardivo 10-0 azzurro, con Aradori protagonista, accorcia, ma non basta per evitare il ko.

Potevamo vincere o perdere, ce la siamo giocata alla pari e siamo tornati ai livelli del Torneo di Trento – è il commento del ct Simone PianigianiIl primo tempo abbiamo giocato meglio noi -precisa Pianigini che aggiunge- Sicuramente c’è stata la reazione che abbiamo chiesto per quanto riguarda l’approccio alla partita e per la forza mentale che abbiamo prodotto. Avremmo dovuto però perdere qualche pallone in meno e avere qualche ingenuità in meno nei momenti chiave del secondo tempo“. Domani alle 18 ultimo impegno nel torneo, contro la Polonia.

ITALIA-ISRAELE 74-78 (18-19, 39-34, 54-57)

ITALIA: Cavaliero 2 (0/1 da tre), Mancinelli* 4 (2/3, 0/5), Poeta 2 (0/1, 0/1), Melli 4 (1/1), Vitali ne, Cusin* 6 (3/4), Datome* 16 (3/6, 2/4), Gigli 5 (2/3), Rosselli 2 (1/1), Magro ne, Cinciarini* 10 (2/4, 0/1), Belinelli* 8 (1 /4, 2/10), Gentile (0/2 da tre), Aradori 15 (3/5, 2/2). Allenatore Simone Pianigiani

ISRAELE: Limonad 2 (1/2), Nissim 6 (2/2, 0/1), Naimy (0/1), Elyahu* 11 (3/5), Casspi* 17 (4/7, 1/2), Pnini 6 (1/ 2, 1 /2), Ohayon* 7 (1 /4, 1/2), Halperin* 13 (2/4, 3/4), Kozikaro 2 (1/1), Green* 7 (3/7), Kadir 4 (1/2), Hanochi, Chubrevick 3 (1/3). Allenatore Shivek Arik

ARBITRI: Van Den Broeck, Hesters, Trawicki

Foto sito Fip