Super 10 – Calvisano vuole uscire dal tunnel: Delpoux a rischio?

E’ uno dei brutti vizi del calcio, ma a volte è l’extrema ratio per risollevarsi da una profonda crisi. Parlo dell’esonero dell’allenatore, del cambio alla guida di una squadra. E parlo del Cammi Calvisano, la formazione che solo sei mesi fa si laureava campione d’Italia e che incoronava Mark Delpoux a suo condottiero. Oggi questo

E' uno dei brutti vizi del calcio, ma a volte è l'extrema ratio per risollevarsi da una profonda crisi. Parlo dell'esonero dell'allenatore, del cambio alla guida di una squadra. E parlo del Cammi Calvisano, la formazione che solo sei mesi fa si laureava campione d'Italia e che incoronava Mark Delpoux a suo condottiero. Oggi questo legame sembra ormai distrutto e forse per i bresciani serve una nuova carica per risollevare una stagione fino a ora deficitaria.

Se l'inizio stagionale non era stato dei migliori, sia in campo italiano sia in Europa, le cronache che giungono da Venezia sono veramente preoccupanti per i campioni d'Italia. Appassionati e addetti ai lavori hanno tutti parlato di una formazione allo sbando, di individualismi esasperati e incapacità di avere una vera tattica di squadra. Inoltre, il moto d'orgoglio della ripresa, a partita ormai compromessa, fa sospettare una scelta completamente sbagliata da parte di Delpoux del XV iniziale.
Se a ciò si aggiungono le dichiarazioni del coach francese il fine settimana scorso, l'annuncio anticipato del suo addio alla panchina giallonera e, soprattutto, l'attacco frontale al rugby italiano si capisce che ci troviamo di fronte a una spaccatura tra allenatore e club. Le voci che arrivano dallo spogliatoio parlano di crisi di rapporti tra l'allenatore e molti giocatori (in particolare alcuni senatori e i nuovi arrivati, che si sentono poco considerati) e le pessime prove in Heineken Cup e a Venezia sembrano confermare questa crisi.
Insomma, Calvisano aveva approntato la nuova stagione con annunci roboanti. Non solo voleva confermarsi in Italia, ma voleva togliersi soddisfazioni anche in campo continentale. Per ora naviga a metà classifica nel Super 10 e ha subìto due pesanti sconfitte in Europa. E le scuse sulla cattiva forma di alcuni giocatori e sugli infortuni non possono bastare a giustificare questo avvio stagionale. Secondo molti, a Calvisano, serve uno shock fortissimo per raddrizzare la stagione. Uno shock che si chiama esonero. Vedremo nei prossimi giorni se queste voci (o speranze?) troveranno conferma da parte della dirigenza giallonera. Sicuramente, dovesse tutto rimanere come ora, per Ghiraldini e compagni si prospetta una stagione lunghissima.

I Video di Blogo