Bimba morta per le violenze della madre: 44enne arrestata a Verona

In manette Dalia Dutu: dovrà scontare 11 anni di carcere per maltrattamenti ed episodi di violenza sessuale sulla figlia di sei anni.

di remar

A dieci anni dai tragici fatti la svolta. Una donna di nazionalità romena, Dalia Dutu, di 44 anni, è stata individuata e fermata oggi dalla polizia di Verona in quanto condannata per aver provocato alla figlia di 6 anni delle lesioni così gravi che ne hanno causato la morte.

Secondo gli accertamenti medico-legali, la bimba, già affetta da cardiopatia, era infatti deceduta a seguito dei maltrattamenti e delle violenze sessuali subite nel 2004 a Roma, nell’abitazione in cui viveva con la mamma. Sulla testa della 44enne – concluso il procedimento penale in contumacia a suo carico – dal 2009 pendeva un ordine di esecuzione della pena.

Dopo l’ennesima violenza a cui era stata costretta la bambina era morta in ospedale per un attacco cardiaco. Le cicatrici sul suo piccolo corpo notate dai sanitari avevano poi fatto partire le indagini che hanno svelato le torture che la piccola aveva dovuto subire da parte della madre, con la complicità del compagno, suo connazionale

Per la donna, che aveva cambiato cognome e che lavorava tranquillamente come bracciante agricola nel veronese, ora si sono ora aperte le porte del carcere dove dovrà passare i prossimi 11 anni perché condannata per lesioni gravi e ripetute sulla figlia.

(Nel video in alto: picchia la figlia con una mazza di baseball, arrestato – Salerno, aprile 2014)

I Video di Blogo