Acerra, pregiudicato in fin di vita dopo agguato

La vittima è Vincenzo Piscopo, raggiunto da più colpi di arma da fuoco in Piazza Castello: sarebbe in fin di vita.

di remar

Aggiornamento 20 agosto 2014. Rimangono gravissime le condizioni di Vincenzo Piscopo ferito a morte ieri in piazza Castello ad Acerra, nella zona pedonale del centro del napoletano. Piscopo, scrive Il Mattino, è il cugino di Pino Piscopo, considerato dagli inquirenti della Dda l’attuale reggente del clan Nuzzo, altrimenti detto dei Carusiello.

La vittima dell’agguato era seduta ai tavoli di un circolo ricreativo con altre persone quando un sicario sceso da un’automobile, con il volto travisato, è entrato in azione scaricando addosso a Piscopo una scarica di colpi di pistola di grosso calibro. Chi indaga pensa a una vendetta trasversale.

Vincenzo Piscopo dopo essere stato condannato per il duplice omicidio di Giacomo Avventurato e Salvatore Crispo, da dieci anni almeno non aveva più problemi con le forze dell’ordine, manteneva insomma un basso profilo. Chi ha sparato potrebbe quindi aver voluto mandare un messaggio al cugino, presunto boss di uno dei clan di camorra più potenti degli anni Ottanta.

Acerra, ferito pregiudicato 48enne

19 agosto 2014 – Agguato a colpi di arma da fuoco nel Napoletano dove stamattina un 48enne, pregiudicato secondo le prime informazioni, è stato gravemente ferito ad Acerra.

Vincenzo Piscopo, questo il nome dell’uomo, sarebbe stato raggiunto da diversi proiettili mentre si trovava in piazza Castello.

Prontamente soccorso, Piscopo è stato portato d’urgenza alla clinica Villa Betania ma poi si è reso necessario il trasferimento al Cardarelli di Napoli, le sue condizioni sono gravi e i medici per ora non danno ulteriori dettagli.

Pochi dubbi sul fatto che chi ha sparato volesse uccidere. Sul tentato omicidio indagano i carabinieri della stazione di Acerra e di Castello di Cisterna (Napoli).

(in aggiornamento)

agguato acerra

I Video di Blogo