Atp Cincinnati 2013: Nadal batte Federer al terzo, eliminati Djokovic e Murray, passa Del Potro, i risultati dei quarti di finale

Quarti di finale all’Atp di Cincinnati. Nadal supera Federer al terzo. Djokovic e Murray eliminati da Isner e Berdych. Passa Del Potro. Cronache e risultati

E’ finita alle 3.30 di notte la sfida tra Nadal e Federer con la vittoria in tre set di Rafa. 5-7; 6-4; 6-3 il punteggio di una partita che ha visto Roger primeggiare per un’ora e mezza prima della reazione dell’iberico arrivata nel finale del secondo set.

Prima frazione gradevole. Nadal tonico e incisivo in avvio. Federer però risponde a tono e sembra davvero un altro tennista rispetto a quello disastroso “ammirato” per un’ora contro Haas. E’ di Roger la prima palla break del set sul 2-1 ma l’iberico la annulla prontamente. Segue una mezz’ora di equilibrio inframmezzata da qualche scambio di pregevole fattura. Il set si decide sul 5-5. Federer dopo aver servito per salvare il parziale sotto 5-4, si procura una seconda opportunità per il break e, stavolta, la concretizza martellando Nadal da fondo. Al cambio di campo, l’elvetico, supportato da un’incisiva prima di servizio chiude 7-5 in poco meno di un’ora di gioco.

Rafa non accusa il colpo e mette pressione all’avversario. Federer si salva con quattro punti di fila sotto 2-1; 15-40 e conferma di essere davvero in serata. Nadal comunque non demorde e, pur in una situazione di sostanziale equilibrio, si mantiene in testa nel punteggio sfruttando la precedenza al servizio. Roger però gioca meglio e rimane comodamente in scia disseminando qua e là lampi di classe cristallina, 4-4 con qualche rammarico per l’elvetico trovatosi in due occasioni avanti 15-30 con l’avversario in battuta. Si ripete la stessa situazione del primo set con Federer costretto a servire in svantaggio 5-4 ma stavolta la parità non arriva. Nadal decide di affrettare i tempi e conquista il primo break della partita che gli regala il set, 6-4, con bellissimo dritto lungolinea finale.

Il set perso manda in tilt Federer. In controllo della partita fino a cinque minuti prima, lo svizzero si ritrova un set pari, sotto di un break e 3-0 in avvio della terza frazione. Questo è Nadal signori. Di punti il maiorchino non ne regala e per vederlo al tappeto bisogna sfinirlo, impresa ardua per chiunque anche per un ottimo Federer che evita il crollo sotto 4-1; 30-40. L’epilogo però è solo rimandato. Con orgoglio, Roger annulla quattro match point sul 5-3 ma non può far nulla sull’ennesimo dritto all’incrocio delle righe del maiorchino. Il 6-3 finale consegna la semifinale a Nadal che mantiene così la sua imbattibilità stagionale sul cemento che si trascina da Indian Wells. Per Federer una sconfitta onorevole con possibili effetti deleteri sul ranking Atp dova, da lunedì, Roger potrebbe sprofondare addirittura in settima posizione.

John Isner elimina Djokovic, Questa, finora, la grande sorpresa del venerdì a Cincinnati. L’americano si è imposto meritatamente in tre set con il punteggio di 7-6; 3-6; 5-7. Primo set dominato dai servizi e deciso da un mini break per Isner sul 3-3 nel tie break scaturito da un doppio fallo di Nole. Isner fa suo il parziale grazie al 7-3 poi non concretizza nessuna delle quattro palle break nel primo game del secondo set. All’occasione sprecata segue il break a 15 per Djokovic, il primo dell’intero match, che spiana la strada al 6-3 che porta la sfida al terzo. Il set decisivo è rapidissimo. Si segue la successione dei servizi fino al 6-5 per Isner quando Nole combina un disastro. Avanti 40-15, subisce tre punti di fila che mandano Long John a match point prontamente annullato con un ace all’incrocio delle righe. Nello scambio successivo Djokovic commette un doppio fallo mortifero poi affossa in rete un comodo dritto. 7-5 Isner che domani si giocherà la finale con Del Potro. Per il serbo un’altra vittoria mancata a Cincinnati, l’unico Masters Mille che manca al suo palmares.

Poco dopo la sconfitta di Djokovic tocca a Murray eliminato da Berdych con un 6-3; 6-4 piuttosto comodo. Sono bastati due break al ceco per far sua la contesa. Il primo è arrivato sul 4-3 del set iniziale, l’altro sull’1-1 del secondo dopo che Murray si era fatto rimontare da 0-40 sull’1-0 in suo favore. Insomma per Andy non è stata finora un’estate da ricordare. Ottavi a Montreal e quarti a Cincinnati non sono certo risultati che addicono al campione di Wimbledon in carica.

JM Del Potro raggiunge per il secondo anno consecutivo la semifinale a Cincinnati. Decisiva la vittoria in tre contro Tursunov. Prestazione altalenante dell’argentino perfetto al servizio nel primo set con il 94% dei punti vinti con la prima nel 6-4 conquistato grazie a un break in avvio. Tursunov concretizza al meglio l’unico passaggio a vuoto dell’avversario in battuta con un break sul 4-3 in suo favore del secondo set, arrivato a sorpresa poco un game perfetto di Delpo con 4 aces in 56 secondi. Incassato il 6-3, l’argentino ha raddrizzato subito la partita con un break provvidenziale in avvio della frazione conclusiva. Avanti 3-0, Palito non ha avuto poi altre difficoltà a chiudere la contesa 6-1.

Queste le semifinali in programma domani: Del Potro-Isner; Nadal-Berdych 

Atp Cincinnati 2013: i risultati dei quarti di finale

Del Potro b. Tursunov 6-4; 3-6; 6-1
Isner b. Djokovic 7-6; 3-6; 7-5
Berdych b. Murray 6-3; 6-4
Nadal b. Federer 5-7; 6-4; 6-3

Atp Cincinnati 2013: presentazione dei quarti di finale

Venerdì di grande tennis a Cincinnati con i quarti di finale del Masters maschile e del Premier femminile con Roberta Vinci attesa da Jelena Jankovic. Nel torneo maschile, il clou non può che essere Federer-Nadal in campo stanotte all’1. Prima di loro tocca agli altri big, Nadal, Djokovic e Murray. Di seguito orari e presentazione delle sfide odierne.

Del Potro – Tursunov (dalle 17): E’ il quarto, sulla carta, meno interessante. Al posto del russo avrebbe dovuto esserci Ferrer ma l’iberico, ieri, ha incassato una sonora sconfitta proprio dal rivale odierno di Delpo, non certo esaltante nei primi due turni contro Davydenko e Feliciano Lopez. L’argentino, fisicamente, non è al meglio ma non può non essere considerato il favorito per la semifinale. C’è un unico precedente tra i due disputato due anni sul veloce indoor di Valencia. Vinse Del Potro in due set (6-4; 6-1).

Djokovic – Isner (alle 19 ca): Nonostante la prematura eliminazione a Montreal, è un buon momento per Isner, finalista a Washington (sconfitto da Del Potro) e ora ai quarti di Cincinnati dopo aver sconfitto avversari ostici come F.Mayer, Gasquet e Raonic. Di fronte avrà un Djokovic al primo test probante in Ohio dopo la vittoria agevole con Monaco e agevolissima con Goffin. 3-1 per Djokovic nei precedenti ma Isner ha prevalso in 3 set in quello più importante, la semifinale di Indian Wells ’12.

Murray – Berdych (alle 21.30 ca.): Pronostici rispettati nella parte bassa del tabellone con le due teste di serie più accreditate a contendersi la semifinale, traguardo che Berdych non centra da quella disputata e persa a Roma con Nadal. Murray a Montreal ha dato l’impressione di non aver ancora digerito la sbornia post Wimbledon. Meglio a Cincinnati. Scozzese favorito. Lo pronostico vincente in tre set anche in virtù delle ultime 3 vittorie di fila contro il ceco sul veloce ( Dubai, Us Open e Masters di Londra ’12).

Nadal – Federer (all’1): Sfida che non ha certo bisogno di presentazione. Sarà la 33° (22-10 per Nadal). Contro Haas, dopo un primo set sconcertante, si è rivisto un buon Federer. Nadal, invece ha avuto un black out con Dimitrov, il primo in dieci giorni di vittorie. Ci sono le premesse per una partita almeno equilibrata rispetto alle ultime disputate e stravinte con facilità in questa stagione da Nadal nei quarti di Indian Wells e nella finale di Roma durata poco più di un’ora.

Foto © Getty Images

Ultime notizie su ATP Tour

Tutto su ATP Tour →