Le attività di Surfing Italia per il 2008

Con la stagione agonistica 2008 alle porte il presidente di Surfing Italia Graziano Lai ha pubblicato una lettera aperta nella quale espone sinteticamente le novità e le attività inerenti la prossima stagione surfistica nel nostro paese. Dopo il salto la lettera del presidente ma per chi volesse tutte le info del caso può consultare il

Con la stagione agonistica 2008 alle porte il presidente di Surfing Italia Graziano Lai ha pubblicato una lettera aperta nella quale espone sinteticamente le novità e le attività inerenti la prossima stagione surfistica nel nostro paese.

Dopo il salto la lettera del presidente ma per chi volesse tutte le info del caso può consultare il sito ufficiale.

Dear Brothers in Surfing,

Una nuova stagione si affaccia, con il nostro campionato, che è alla terza edizione e con ancora qualche importante novità: intanto il circuito Top44 torna a toccare la Toscana, regione troppo preziosa per storia e tradizione e che sono lieto riesca ad ospitarlo; un nuovo meccanismo per le promozioni dai regionali, non più fisso, ma proporzionale, basato sul numero degli effettivi iscritti al circuito della zona; l’inserimento delle “girls” nella categoria Junior e, infine, spero che a breve che potremo annunciare una ulteriore sorpresa: una novità assoluta per l’Italia che però non è ancora ufficiale, quindi segreta.

Lavoriamo nel settore formazione: anche quest’anno ci saranno corsi per ufficiali di gara e istruttori e, a tal proposito, tengo a sottolineare il fatto che, contrariamente a certe voci che si sentono in giro, le sole persone abilitate dall’ISA a tenere corsi riconosciuti in Italia sono : Alessandro Dini (responsabile settore istruttori) e il sottoscritto (responsabile settore giudici e abilitato alla presentazione dei corsi istruttori): non c’è nessun altro e ciò è scritto a chiare lettere e provato anche dalla corrispondenza inviata dall’ISA in merito e disponibile per chiunque voglia prenderne visione.

E per quanto riguarda proprio i giudici e gli istruttori, vi informo del fatto che sono in corso, proprio adesso una serie di incontri, volti ad ottenere anche il riconoscimento professionale di queste figure, quindi con un Attestato Nazionale, inquadratura assicurativa dedicata e relativi diritti previdenziali, anche a livello di ENPALS (previdenza lavoratori spettacolo e sport) e speriamo che tutto ciò vada a buon fine molto presto.

Mi preme ora chiarire alcune cose relativa alla partecipazione ad attività esterne o non riconosciute o patrocinate da S.I. Il tentativo da noi portato avanti l’anno scorso di boicottare i giochi, con l’aiuto degli atleti, al fine di forzare la mano alle organizzazioni internazionali, perché mettessero fine alla situazione “Kafkiana” del surf italiano non andò a buon fine e sappiamo tutti perché. Oggi S.I. non si sente di chiedere, ovviamente, lo stesso sacrificio agli atleti per la seconda volta; sappiamo quanto sia costata la rinuncia a coloro che l’hanno accettata e gliene sarà per sempre riconosciuto il merito, attraverso la nostra gratitudine e considerazione: essi sono stati i veri sportivi e hanno dimostrato di avere a cuore davvero il surf italiano: il loro è stato un gesto d’amore e d’altruismo nei confronti di tutti. Di conseguenza, abbiamo predisposto, on line, sul sito sociale, un modulo per la richiesta di nulla osta al fine di partecipare ad attività esterna a S.I. Questo vale sia per le gare in Italia che per le competizioni internazionali, fermo restando il fatto che il nulla osta per la Nazionale sarà concesso solo ad atleti di spicco e meritevoli di vestire la maglia azzurra.

L’ultimo argomento che voglio toccare è quello delle iscrizioni/affiliazioni: quest’anno sono cambiate molte cose rispetto ai precedenti; come già vi abbiamo annunciato la convenzione con l’AICS è in vigore e i clubs saranno associazioni sportive riconosciute con pieno valore legale e conseguenti agevolazioni fiscali; ciò comporta, nel caso di questa prima affiliazione, l’espletamento di procedure più complesse, formalità inevitabili per la regolarizzazione, che richiedono tempistiche più lunghe.
Molti clubs si sono già attivati e hanno iniziato ad espletare tali procedure, e, visto che i campionati sono ormai alle porte, vorrei esortare tutti voi ad aiutarci a lavorare meglio, preoccupandovi tempestivamente di avviare tali procedure.

La maggior parte delle operazioni sono effettuabili on line, con le modulistiche che abbiamo predisposto per voi e la segreteria è a disposizione per i chiarimenti ai recapiti skype, telefonici e mail.

Concludo qui questa mia con l’augurio di rituali Buone Onde e vi aspetto per una nuova stagione di crescita con Surfing Italia.

Yours in surfing
Graziano Lai