Maghi, astrologi e guaritori: una truffa da sei miliardi di euro

Sei miliardi di euro all’anno. Questa la cifra, un vero e proprio tesoretto, che ogni dodici mesi un sedicente gruppo di maghi, astrologi, guaritori e altre figure dalla dubbia professionalità truffano agli italiani, promettendo miracoli di ogni genere e finendo con il miracolare esclusivamente il proprio portafoglio, il tutto con una percentuale di evasione fiscale

di elvezio

Sei miliardi di euro all’anno. Questa la cifra, un vero e proprio tesoretto, che ogni dodici mesi un sedicente gruppo di maghi, astrologi, guaritori e altre figure dalla dubbia professionalità truffano agli italiani, promettendo miracoli di ogni genere e finendo con il miracolare esclusivamente il proprio portafoglio, il tutto con una percentuale di evasione fiscale che sfiora il 100%.

Se ogni crimine è atto da condannare è anche vero che ne esistono di più odiosi di altri e io trovo moralmente più grave estorcere con trucchi psicologici forti somme da persone deboli e facilmente suggestionabili piuttosto che un furto con scasso particolarmente difficile dal punto di vista tecnico fatto ai danni di una banca.

Le cifre presentate da Telefono antiplagio, una organizzazione che ha vasta esperienza in materia, sono di quelle che fanno riflettere:

  • Maghi, guaritori e astrologi presenti in Italia: 6.000 reclamizzati, 145.000 non reclamizzati (di cui 125.000 immigrati): totale 151.000
  • Suddivisione geografica: Nord 42%, Centro 28%, Sud 19%, Isole 11%
    Province con il più alto numero di maghi, guaritori e astrologi: Milano, Roma, Napoli, Torino, Palermo
  • Solo 5 cittadini su 100 sporgono querela
  • Incasso annuo di maghi, guaritori e astrologi: 6 miliardi €, evasione fiscale: 98%.

Il quadro della vittima media che ne emerge è quello di una donna intorno ai 45 anni, di cultura medio-bassa che cerca disperatamente un modo per risolvere positivamente la sua vita affettiva, cadendo vittima di truffatori e ciarlatani che non esiteranno a privarla di ogni singolo euro risparmiato nel corso degli anni. Tutt’ora insufficiente il lavoro di forze dell’ordine e legislatori a fronte di un insieme eterogeneo di illeciti: esercizio del mestiere di ciarlatano, evasione fiscale, circonvenzione d’incapace, truffa, truffa aggravata, estorsione, esercizio abusivo della professione medica e psicologica, abuso della credulità popolare, violazione della privacy, pubblicità ingannevole.

Fonte: Telefono Antiplagio