Challenge Cup – Quattro azzurre per un sogno!

Prende il via questo fine settimana anche la seconda manifestazione europea per club che vede al via venti squadre, tra cui quattro italiane. Se, da un lato, la qualità delle formazioni non è certo quello della Heineken Cup, dall’altro c’è il fascino di un mix tra squadre blasonate e outsider di lusso, dove anche le

Prende il via questo fine settimana anche la seconda manifestazione europea per club che vede al via venti squadre, tra cui quattro italiane. Se, da un lato, la qualità delle formazioni non è certo quello della Heineken Cup, dall'altro c'è il fascino di un mix tra squadre blasonate e outsider di lusso, dove anche le nazioni meno forti possono dire la loro in sfide quasi sempre combattute.
Sono tante le favorite per la vittoria finale, ma in queste prime settimane sono soprattutto due i gironi interessanti, nei quali si incontreranno alcune delle stelle della competizione e che potranno già dire molto su cosa ci aspetterà nelle fasi finali della Challenge Cup.

Girone 1
I London Irish sono i favoriti del gruppo e non dovrebbero avere grossi problemi. Nè Connacht, né Dax o Rovigo sembrano poter impensierire gli Exiles che sembrano i più fortunati di questa prima fase, con la qualificazione sulla carta già scritta.
Girone 2
Qui sono ben tre le squadre in lotta per i quarti. Esclusa Bristol, in caduta libera quest'anno, Montpellier e Northampton Saints stanno dimostrando un ottimo momento di forma e sono le favorite a giocarsi la qualificazione. Con l'incognita Tolone, che tra alti e bassi è comunque una squadra dalle grandi individualità.
Girone 3
Qui è Bourgoin a recitare la parte della favorita, con una squadra italiana, una rumena e una delle più deboli compagini inglesi sulla sua squadra. Padova, Bucarest e Worcester Warriors si giocheranno presumibilmente il secondo posto del pool, anche se è improbabile che raggiungano il bonus per qualificarsi ai quarti.
Girone 4
Newcastle, priva del proprio leader Wilkinson, non sembra una squadra irresistibile, così come Brive, che arranca nelle ultime posizioni del Top 14. Insomma, per El Salvador e Overmach una chance di ben figurare in Europa e, perché no, di sognare una qualificazione ai quarti di finale.
Girone 5
Girone di ferro l'ultimo, con Bayonne e Saracens favorite d'obbligo, ma con Mont-de-Marsan e Viadana che potrebbero dare del filo da torcere in casa alle due squadre più forti.
Le quattro italiane non sono favorite per la Challenge Cup, ma questo non significa che siano per forza delle vittime sacrificali. Tranne Viadana, il cui girone è veramente difficilissimo, le altre tre azzurre hanno delle chance di vincere più di un incontro. Un Rovigo in gran spolvero può essere considerata alla pari con gli irlandesi di Connacht e, forse, con i francesi di Dax. Come per Padova che potrebbe giocarsela con i Warriors, sempre ammesso che sistemino i problemi evidenziati fino a ora in Super 10. Ottimo, infine, il girone di Parma, che come detto affronterà due squadre blasonate ma in crisi e una squadra nettamente alla portata come El Salvador.

Le partite del primo turno:
9/10/08 Tolone-Northampton Saints
10/10/08 Dax-Connacht
10/10/08 Montpellier-Bristol Rugby
10/10/08 Bayonne-Viadana ore 19.30
11/10/08 London Irish-Rovigo ore 16.00
11/10/08 Petrarca Padova-Worcester Warriors ore 15.00
11/10/09 Newcastle Falcons-El Salvador
12/10/08 Overmach Parma-Brive ore 14.30
12/10/08 Saracens-Mont de Marsan
12/10/08 Bucuresti Oaks-Bourgoin

I Video di Blogo