Mondiali di nuoto 2013 Barcellona, pallanuoto: l’Italia batte la Spagna 4-3 e conquista la semifinale

L’Italia batte la Spagna 4-3 e conquista la semifinale nel torneo iridato di pallanuoto maschile in corso a Barcellona. Giovedì affronteremo il Montenegro

L’Italia batte la Spagna 4-3 (2-2; 1-1; 1-0; 0-0) e conquista la semifinale nel campionato mondiale di pallanuoto in corso a Barcellona. Giovedì affronteremo il Montenegro. Bella e meritata la vittoria degli azzurri che, ancora una volta, 21 anni dopo il trionfo olimpico in terra catalana, infliggono un altro dispiacere ai padroni di casa.
Ecco il racconto del match.

I° Tempo (2-2): Buon inizio degli Azzurri che giocano i primi due minuti nella metà campo iberica con 3 azioni di attacco consecutive. In una di queste Giorgetti colpisce il palo dalla distanza. Poco dopo però lo stesso Giorgetti aggiusta la mira e segna l’1-0 con un fendente all’incrocio dai 5 metri. Nessun pericolo per Tempesti in avvio ma paghiamo carissima la prima inferiorità numerica con il pareggio di Perrone. Iberici ancora pericolosi con Espanol ma Tempesti neutralizza in due tempi. A 1’36” dalla sirena ci pensa Figari a riportare avanti i nostri. E’ il primo gol al Mondiale per lui. Il vantaggio però dura pochissimo, appena 15 secondi. La Spagna si procura subito un rigore. Lo segna Espanol, 2-2.

II° Tempo (1-1):  Emozioni nei minuti iniziali del secondo parziale con un palo per parte. Cinica l’Italia a concretizzare la prima superiorità con il gol di Figlioli da posizione angolata a 4’22” dal termine. Ancora una volta però subiamo la rimonta con il pari di Molina, con gli Azzurri in inferiorità poi non succede nulla fino all’ultima azione di Fiorentini il cui tiro, a fil di sirena, si infrange sul palo esterno della porta difesa da Aguilar. 3-3 a metà gara.

III° Tempo (1-0):  Inizio di terzo tempo favorevole ai campioni del mondo in carica. Rigore per i nostri e doppietta per Figlioli. E’ il quarto vantaggio per gli Azzurri. Ci riprova subito Figlioli ma la traversa gli nega la tripletta. Reagisce la Spagna ma le conclusioni dei padroni di casa si infrangono sull’ottimo Tempesti. Peccato per una ghiotta occasione sprecata in attacco a 30 secondi dalla fine con i nostri in superiorità. Poteva esserci il break, invece ci giochiamo l’ultima frazione in vantaggio di un solo gol, 4-3

IV° Tempo (0-0): La Spagna spinge per la rimonta e assedia la metà campo azzurra. Tempesti è un muro su Minguell. Palo terrificante di Perrone. Traversa di Espanol. Resiste però l’Italia. Ci prova Figlioli dalla distanza ma la conclusione è troppo centrale. Replica di Aicardi ma para Aguilar. 4 minuti alla fine. Il tempo scorre lentissimo. La Spagna perde un po’ di lucidità ma non uccidiamo la partita. L’espulsione di Presciutti ci lascia in cinque a 1 minuto e mezzo dal termine. Gitto argina la conclusione di Espanol. Ribaltamento di fronte. Palombella di Figari e palo. Si soffre ancora. Tempesti, sempre lui, blocca la girata di Minguell. Altro palo per i nostri Aicardi. Aguilar lancia il pallone per l’ultima azione. Lo blocca Perez. Finisce così. Siamo in semifinale. Ancora una volta.

Foto © Getty Images

Ultime notizie su Mondiali di Nuoto

Tutto su Mondiali di Nuoto →