Delitto di Garlasco. Alberto Stasi lavorava al pc la sera del delitto?

Oggi la difesa di Alberto Stasi ha affermato che la perizia informatica sul pc del suo assistito accerta che ha lavorato alla tesi la notte dell’omicidio. L’elaborato sarebbe passato da 151 a 155 pagine tra la sera del 12 agosto e la mattina del 13. L’avvocato Giarda ha commentato: “Abbiamo cercato di dare un contributo

Alberto StasiOggi la difesa di Alberto Stasi ha affermato che la perizia informatica sul pc del suo assistito accerta che ha lavorato alla tesi la notte dell’omicidio. L’elaborato sarebbe passato da 151 a 155 pagine tra la sera del 12 agosto e la mattina del 13. L’avvocato Giarda ha commentato: “Abbiamo cercato di dare un contributo oggettivo alla ricostruzione dei fatti soprattutto per dimostrare che il racconto di Alberto era vero e che l’elaborato della tesi è stato arricchito proprio nei momenti in cui la ragazza veniva aggredita”. Probabilmente sarà vero, ma può essere una prova definitiva? So per esperienza che scrivere 4 pagine di proprio pugno richiede del tempo, anche molto. Ma so altrettanto bene che un copia-incolla di 4 pagine richiede al massimo un paio di secondi. Quale delle due cose è successa? Attendiamo di saperne di più.

Via | Il Messaggero

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →