Berlusconi, Pd “traditori”. E’ scontro sulla Santanchè

C’è un parola che svetta nel lessico popolar-populista berlusconiano: “traditori”! Come ieri il Cav gettava in pasto ai suoi i vari “amici” Follini, Casini, Fini, oggi l’accusato è l’alleato Pd, il “traditore” delle larghe intese perché non accetta la Santanchè, bandiera del Pdl per la vicepresidenza della Camera.

[blogo-video provider_video_id=”zydaQ9Yw-5lyfUNle” provider=”jwplayer” title=”Daniela Santanché e la vicepresidenza della Camera.” thumb=”http://bvideo.blogo.it/thumbs/zydaQ9Yw-720.jpg” url=”http://bvideo.blogo.it/players/zydaQ9Yw-5lyfUNle.js”]

Da lì, all’attacco ad alzo zero contro il ministro dell’economia Saccomanni, il passo è breve. E porta diritto all’ultimatum contro il governo Letta su fisco, lavoro, decreti (cioè su ogni misura dell’esecutivo già presa e da prendere), in altre parole: è tutto da rifare! Qui siamo.

Con la prova di forza – si fa per dire – del … nuovo popolo di Forza Italia, una sparuta pattuglia di reduci in quel di Arcore inneggianti a un Cavaliere “muto” che sorride a denti stretti e con il pensiero rivolto alle prossime scudisciate che giungeranno dalle sentenze dei tribunali.

Ora, questa storia della Santanchè appare di lana caprina ma ha risvolti politici persino destabilizzanti. Di solito i vicepresidenti della Camera sono figure di secondo piano, ( a parte Clemente Mastella) incolori e nessuno se li ricorda poi.

Qui è diverso perché la Santanchè è la “pasionaria” del Cav, quella che anche ieri sera ad Arcore guidava la “crociata” contro i giudici e contro gli antiberlusconiani di ogni risma e colore, a cominciare dal Pd.

Ecco, può il pidì votare una così? E, come solito, è il Partito Democratico in mezzo alla tenaglia: se Epifani farà passare il “sì”, via ai franchi tiratori e i mugugni della base esploderanno. Se prevarrà il “no” (anche con scheda bianca), l’alleanza pro tempore fra Pdl e Pd entrerà nella dirittura finale e sbatterà presto contro il muro.

Il Pci con la Dc mandò giù rospi ben più indigesti, ma sempre presentò il conto allo “Scudo crociato” e spesso incassava, a favore degli italiani. Che c’è da incassare, qui?