Test Match – 34 uomini per l’Australia di Deans

Il coach Robbie Deans ha annunciato i nomi dei trentaquattro giocatori che verranno convocati in vista dei test match autunnali, che prevedono tra l’altro la sfida tra i Wallabies e l’Italia di Nick Mallett l’8 novembre a Padova. Saranno cinque gli incontri che l’Australia disputerà tra Hong Kong e l’Europa, con i Wallabies che affronteranno

Il coach Robbie Deans ha annunciato i nomi dei trentaquattro giocatori che verranno convocati in vista dei test match autunnali, che prevedono tra l'altro la sfida tra i Wallabies e l'Italia di Nick Mallett l'8 novembre a Padova. Saranno cinque gli incontri che l'Australia disputerà tra Hong Kong e l'Europa, con i Wallabies che affronteranno sia i freschi campioni del Tri Nations, gli All Blacks, sia i campioni del 6 Nazioni, il Galles. Quattro gli esordienti che vestiranno per la prima volta la maglia dell'Australia, mentre ci sono ancora dubbi sulla presenza di Lote Tuqiri e Berrick Barnes, alle prese con due seri infortuni.

r186026_692950.jpg

Dopo un Tri Nations da protagonista, nonostante la sconfitta finale contro gli All Blacks, Robbie Deans propone una squadra esperta e di talento per il match del 1° novembre a Hong Kong contro la Nuova Zelanda e per il tour europeo che vedrà i Wallabies affrontare Inghilterra, Galles, Francia e Italia. Tra i 34 giocatori convocati, però, ci sono anche quattro esordienti. Il primo è il giovanissimo utility back James O'Connor (nella foto a sinistra), diciotto anni, che ha quindi l'occasione della vita per mettersi subito in mostra in campo internazionale.
Poi c'è il primo centro Quade Cooper, il pilone Sekope Kepu e il flanker David Pocock. Convocazioni molto particolari quelle di Deans, che ricordiamo è neozelandese. Cooper, infatti, è nato a Waikato, in Nuova Zelanda, mentre Kepu ha addirittura vestito la maglia Under 21 degli All Blacks. Ma è James O'Connor il giocatore più interessante del lotto. Non solo per la sua giovanissima età, per aver vestito già a 17 anni la maglia di un team di Super 14 e per essere, quindi, una delle giovani promesse più promettenti del rugby mondiale. Centro naturale, ma facilmente adattabile a tutti i ruoli dei trequarti, O'Connor poteva essere convocato da tutte e tre le nazionali del Tri Nations. Australiano di nascita, infatti, James ha il padre neozelandese (ex giocatore di Auckland) e la mamma sudafricana.
Per il resto si rivedono molti visi noti, quasi tutti i giocatori che hanno disputato il Tri Nations e, tra i 34 giocatori, sono stati inseriti anche Lote Tuqiri (foto a destra) e Berrick Barnes. I due campioni, però, sono fermi a causa di infortuni e la loro partecipazione al tour europeo è a rischio.

Ecco i 34 australiani che sfideranno gli azzurri.
Trequarti: Adam Ashley-Cooper, Berrick Barnes, Luke Burgess, Quade Cooper, Sam Cordingley, Ryan Cross, Matt Giteau, Peter Hynes, Digby Ioane, Drew Mitchell, Stirling Mortlock (capitano), James O'Connor, Brett Sheehan, Timana Tahu, Lote Tuqiri, Lachlan Turner.
Avanti: Ben Alexander, Al Baxter, Richard Brown, Mark Chisholm, Matt Dunning, Adam Freier, James Horwill, Sekope Kepu, Hugh McMeniman, Stephen Moore, Dean Mumm, Wycliff Palu, David Pocock, Tatafu Polota-Nau, Benn Robinson, Nathan Sharpe, George Smith, Phil Waugh.