Running – Vitamine e integrazione

Il fabbisogno di vitamine per un runner che si allena anche solo 3 o 4 volte alla settimana è maggiore che in un sedentario, per esempio nel caso della vitamina C supera il grammo giornaliero, specie se si fanno lavori di quantità In termini pratici occorerebbe mangiare almeno una dozzina di arance, ma quanti riescono

Il fabbisogno di vitamine per un runner che si allena anche solo 3 o 4 volte alla settimana è maggiore che in un sedentario, per esempio nel caso della vitamina C supera il grammo giornaliero, specie se si fanno lavori di quantità

In termini pratici occorerebbe mangiare almeno una dozzina di arance, ma quanti riescono a raggiungere un simile quantitativo?
A questo punto sembrerebbe meglio assumere un prodotto che contenga 1 grammo di vitamina C per integrare la normale alimentazione.

Su Doctor33.it c’è una delle trattazioni più complete sulle vitamine che abbia trovato in rete, mentre a sentire Dica33.it sembra che l’integrazione vitaminica non sia esente da rischi sulla salute, anche gravi.

Comunque qui parliamo di un uso di integratori vitaminici solo in dosi nomali, non farmacologiche, perchè queste ultime spesso sono troppo abbondanti e ciò è ovviamente sconsigliabile; una dose normale invece, può aumentare lo stato di benessere di chi svolge molta attività aerobica compensando l’alimentazione moderna, condizionata dalla società industriale.

Le abitudini alimentari moderne infatti, sono spesso orientate all’ipernutrizione dal punto di vista dei macronutrienti, con eccessi soprattutto di grassi e carboidrati, ma l’apporto vitaminico-minerale è un altro discorso (cibi conservati a lungo, frutta maturata in modo artificiale).

Ovviamente frutta e verdura sono i migliori fornitori di minerali e vitamine, ma queste ultime purtroppo subiscono l’influenza di agenti esterni per cui una buona pecentuale si perde prima del consumo.

Quindi è giusto garantire un apporto supplementare di micronutrienti, specialmente in caso di allenamenti intensi o gare particolarmente impegnative, purchè si resti consapevoli di come si comportano le vitamine nell’organismo.