Mariastella Giorlandino è stata ritrovata a Pompei. Sta bene

Un testimone l’aveva vista alla Stazione di Napoli.

di remar

Aggiornamento ore 22:15Mariastella Giorlandino è stata ritrovata nella Basilica del Santuario di Pompei. La donna è stata portata al commissariato del luogo ed è in buone condizioni di salute, anche se in stato confusionale. Addosso aveva vestiti sporchi e dismessi.

Aggiornamento di sabato 28 giugno – L’auto di Mariastella Giorlandino è stata ritrovata stanotte in via Lancisi dai carabinieri, parcheggiata vicino a dei cassonetti e chiusa a chiave. In quella strada c’è uno degli studi medici dei centri Artemisia Lab di cui la donna è titolare. Ora saranno effettuati dei rilievi sull’auto, una Smart bianca.
Intanto un capotreno ha detto di averla vista alla stazione di Napoli mentre scendeva da un treno che proveniva da Roma e, tesa e confusa, chiedeva informazioni per continuare il suo viaggio verso Palermo. Secondo il testimone non aveva bagagli con sé e diceva di dover andare a Palermo dove qualcuno la aspettava. La testimonianza sarà esaminata attentamente dai carabinieri.

Scomparsa Mariastella Giorlandino, la regina delle cliniche romane

Da mercoledì si sono perse la tracce di Mariastella Giorlandino, nota imprenditrice romana, la regina delle cliniche capitoline, che gestisce centri diagnostici e laboratori d’analisi Artemisia Lab di Roma.

A sporgere denuncia è stato il marito. Giorlandino, di 60 anni, è scomparsa dopo essere uscita dalla sua villa sull’Appia antica. Giovedì mattina il consorte della donna Carlo De Martino si era recato dai carabinieri della stazione Eur dando l’allarme e facendo partire le indagini:

“Mercoledì mia moglie non è tornata a casa non è da lei fare una cosa del genere”

Ore di angoscia per i familiari dell’imprenditrice che temono per quel che potrebbe essere accaduto. Gli investigatori allo stato non escluderebbero nessuna ipotesi, dall’allontanamento volontario al sequestro di persona, pista quest’ultima che potrebbe prendere corpo visto che la stessa Mariastella Giorlandino prima di scomparire avrebbe riferito a un collaboratrice:

“Ogni volta che esco di casa mi sento seguita. Ho paura”.

Secondo amici e parenti la donna, molto attaccata alla famiglia, non si sarebbe mai allontanata di sua volontà. In passato la Giorlandino aveva anche fatto denuncia per stalking, contro anonimi. La donna si sentiva ancora perseguitata? E se sì da chi?

Un anno fa l’imprenditrice avrebbe denunciato pressioni e minacce subite a ottobre 2013 dopo un’ispezione relativa a presunti abusi edilizi nella sua villa che come sanno bene i paparazzi romani è teatro di feste mondane alla presenza di politici e gente del mondo dello spettacolo. Nessun abuso si era difesa in quell’occasione Mariastella Giorlandino, che è anche architetto, dicendosi solo:

“vittima di una persecuzione che dura da anni”.

L’imprenditrice secondo quanto appreso la mattina del 25 giugno si era allontanata da casa a bordo della sua city car come faceva sempre per andare al lavoro.