Omicidio Rossella Goffo: chiesto rinvio a giudizio per Alvaro Binni

E’ stato chiesto oggi dalla Procura di Ascoli Piceno il rinvio a giudizio di Alvaro Binni, il tecnico della Questura ascolana accusato di aver ucciso Rossella Goffo, trovata cadavere il 5 gennaio dello scorso anno in un bosco di Colle San Marco. La donna, funzionaria della Prefettura di Ancona di 47 anni, era scomparsa in

E’ stato chiesto oggi dalla Procura di Ascoli Piceno il rinvio a giudizio di Alvaro Binni, il tecnico della Questura ascolana accusato di aver ucciso Rossella Goffo, trovata cadavere il 5 gennaio dello scorso anno in un bosco di Colle San Marco.

La donna, funzionaria della Prefettura di Ancona di 47 anni, era scomparsa in circostanze misteriose il 4 maggio 2010. Fin dal primo momento Alvaro Binni fu indagato a piede libero, sospettato di essere coinvolto nel caso vista la sua relazione clandestina con la vittima, sposata con un pediatra veneto e madre di due figli.

Scrive Il Resto Del Carlino:

Per gli inquirenti il 4 maggio, quando i due si incontrano ad Ancona, Rossella lascia l’auto in Prefettura e svuota l’appartamento che divide con due ragazze, portando con se’ trolley, lenzuola, beauty case, pc e due cellulari. Era convinta di raggiungere Ascoli per sistemarsi qui con il tecnico, che invece le avrebbe teso una trappola per ucciderla.

Binni, che si è sempre dichiarato innocente, fu arrestato nel febbraio scorso con l’accusa di omicidio volontario e occultamento di cadavere. Ora, a distanza di pochi mesi, la Procura di Ascoli ha chiesto che venga processato. La decisione spetta ora al Gup.

Test Dna conferma: cadavere trovato sul Colle San Marco è di Rossella Goffo

Ascoli, Colle San Marco: trovate ossa umane. Potrebbero appartenere a Rossella Goffo

Foto | ©TMNews

I Video di Blogo