Terremoto in Toscana, Franco Gabrielli: «Mai detto di rassicurare la popolazione»

Il capo Dipartimento della Protezione Civile precisa le proprie affermazioni e smentisce di aver voluto rassicurare gli abitanti della Lunigiana. Perché è una precisazione importante?

di

Franco Gabrielli, Capo Dipartimento della Protezione Civile, precisa le sue affermazioni, riportate nei giorni scorsi, a proposito dello sciame sismico in corso in Toscana (si sono registrate scosse anche oggi, 23 giugno 2013. Tutti gli aggiornamenti in tempo reale) .

In una nota del Dipartimento, si afferma che Gabrielli non ha mai detto:

«L’importante è rassicurare la popolazione»

L’ex prefetto ha precisato:

«La mia preoccupazione non è tanto che si dica che ci sarà un terremoto, perché questa è la condizione che viviamo. La mia preoccupazione è che questi avvisi, peraltro estremamente così puntuali in orari e magnitudo, ingenerino il convincimento che è tutta una barzelletta, che in fondo queste cose non accadono per cui si può stare tranquilli. Dico sempre che in queste situazioni non bisogna rassicurare ma preoccupare, nel senso che ci si deve occupare prima di queste cose. Questo è un territorio nel quale ci si è occupati prima, e la risposta che si è avuta in termini di resistenza sotto il profilo delle abitazioni è la prova provata di quello che dico».

Se qualcuno dovesse chiedersi per quale motivo queste precisazioni siano importanti, la risposta si troverà nella storia italiana più recente e, in particolare, nell’ormai famigerata riunione della Commissione Grandi Rischi che “rassicurò” gli aquilani poco prima della scossa del 6 aprile 2009.

Tutti condannati in primo grado, i membri di quella riunione. E dunque, precisare è quantomai importante.