Veritometro: Antonio Mazzocchi e lo stipendio dei parlamentari italiani

“La Casta non esiste, i nostri stipendi sono bassi e anzi andrebbero aumentati”: un commento alle dichiarazioni dei parlamentari del PDL

“I Parlamentari italiani costano meno che nel resto d’Europa!”


On. Antonio Mazzocchi (PdL), 11 dicembre 2011

Scoprite perchè dopo il salto

Qualunque sia la vostra opinione sul governo Monti, una cosa è innegabile: negli ultimi anni non si era mai stati così vicini ad affrontare il tema della riduzione dello stipendio dei parlamentari.

La prova? La grande quantità di reazioni corporative da parte di deputati e senatori di vario orientamento politico. Tra tutte le voci, spicca per chiarezza e spavalderia quella di Antonio Mazzocchi, deputato PdL e Questore della Camera:

Ma quale Casta! I Parlamentari italiani costano meno che nel resto d’Europa!

Ogni tanto, sul veritometro di polisblog, capitano affermazioni che richiedono un po’ di impegno per essere smentite. Quella di Mazzocchi però appartiene a un’altra categoria: basta un grafico, ripreso da lavoce.info.


-.

L’immagine riporta sull’asse X il PIL pro-capite di vari paesi europei, e sulla Y lo stipendio dei parlamentari. Come si vede, tutti i puntini si concentrano su una linea diagonale, che sta a significare: più ricco il paese, più alto lo stipendio dei parlamentari – com’è logico che sia.

Solo un paese devia totalmente dalla tendenza, a causa di stipendi eccezionalmente alti – l’Italia. In questa situazione, un collega di partito dell’onorevole Mazzocchi, il più noto Maurizio Paniz, ha avanzato una modesta proposta:

Dovete smetterla, i media disinformano, fanno demagogia! Quando entrai in Parlamento, nel 2001, la busta paga era di 7.500 euro nette … Gli Onorevoli prendono 3.600 euro. Sarebbero dei nababbi? Ma andiamo! … Fra vitto e alloggio mica si campa bene, nella capitale, con questa somma … I nostri stipendi andrebbero aumentati, e non diminuiti.

Qualcuno avverta i deputati PdL: se si aumentano davvero lo stipendio, questa è la volta buona che usciamo dal grafico.

I Video di Blogo