Super 10 – Sabato riparte il campionato italiano! Tutti a caccia del Calvisano (prima parte)

Parte sabato il campionato italiano d’eccellenza di rugby. Nove squadre daranno la caccia ai campioni in carica del Cammi Calvisano, che dopo aver alzato la coppa a Monza lo scorso anno cercherà di confermarsi sia in Italia sia in Europa. A sfidarlo, in prima linea, le solite Treviso e Viadana, ma anche Padova, Parma (sponda

Parte sabato il campionato italiano d'eccellenza di rugby. Nove squadre daranno la caccia ai campioni in carica del Cammi Calvisano, che dopo aver alzato la coppa a Monza lo scorso anno cercherà di confermarsi sia in Italia sia in Europa. A sfidarlo, in prima linea, le solite Treviso e Viadana, ma anche Padova, Parma (sponda Overmach) e, perché no, Rovigo vogliono essere della partita. Ecco chi sono le dieci signore del rugby italiano e quali sono le probabili formazioni tipo (prima parte).

Cammi Calvisano – Forte dello scudetto sul petto, la formazione di Delpoux ha operato bene sul mercato, acquistando i giocatori giusti per coprire i ruoli dove era più scoperta. Oltre a un ottimo XV di partenza, Calvisano si evidenzia per delle seconde scelte di qualità. Un nome su tutti il tallonatore D'Apice, aspettando il ritorno di Cittadini verso febbraio.
Formazione tipo: McLean, Stanojevic, Pratichetti, Garcia, Smith, Fraser, Griffen, Persico, Purll, Zanni, Treloar, Sidoli, Evans, Ghiraldini, Tui.

Benetton Treviso – Dopo la delusione dell'anno scorso, la formazione allenata da Franco Smith non vuole ripetersi e punta decisa allo scudetto. Sicuramente il nome forte della campagna acquisti è stato Fraser Waters, che darà qualità e sostanza ai trequarti trevigiani. Ma, volendo scommettere, punteremmo sulla prima stagione da vero titolare di Andrea Marcato, chiamato alla prova di maturità. E, personalmente, spero nella rivincita di Marco Neethling.
Formazione tipo: Williams, De Jager, Waters, Horak, Sgarbi, Marcato, Picone, Gilbride, Kingi, Barbieri,Van Zyl, Pavanello, Costanzo, Sbaraglini, Allori.

MPS Viadana – E' la grande incompiuta del rugby italiano. Investimenti, stranieri, sponsor, immagine, ma alla fine un solo scudetto vinto e poco più. Per Jim Love è, probabilmente, l'ultima chance per dimostrare di essere un allenatore vincente. Un fallimento anche quest'anno sarebbe deleterio per l'intero progetto. Ah, sarebbe bello se Love scommettesse su Magri!
Formazione tipo: Law, Robertson, Harvey, Johansson, Bortolussi, Hore, Canavosio, Erasmus, Quinnell, Sole, Geldenhuys, Hohneck, Rouyet, Ferraro, Alonso.

Overmach Parma – La certezza si chiama Andrea Cavinato, la speranza quella di non avere un passaggio a vuoto come l'anno scorso, la scommessa quella di puntare sui giovani, anche italiani. Parma può arrivare ai playoff, ma non può sbagliare nulla per tutta la stagione. Travagli giocherà anche per conquistare l'azzurro, ma la sorpresa potrebbe essere Quartiroli.
Formazione tipo: Malneck, Pavan, Pavan, Emerick, Pedersen, Irving, Travagli, Sciaretta, Vosawai, Ainley, Taylor, Taele, Winter, Tejeda, Fontana.

Petrarca Padova –  Semifinalista l'anno scorso, dovrà lottare con i denti per confermarsi quest'anno. La squadra è buona, l'allenatore più che valido e gli ingranaggi sono già oliati. Tutto dipenderà da come si inseriranno i nuovi arrivi e quanto peseranno le partenze estive. La differenza potrebbe farla, in mischia, Paul Derbyshire.
Formazione tipo: Mercier, Acuna, Bartholomeusz, Patrizio, Spragg, Little, Leonardi, Padrò, Derbyshire, Domolailai, Stoltz, Fletcher, Paoletti, Giovanchelli, Rizzo. 

[continua…]