Mario Borghezio contro Josefa Idem: «Le vere putt… sono nelle istituzioni»

L’esponente del Carroccio attacca a modo suo il ministro delle Pari Opportunità

di guido


Poche settimane fa era stato cacciato dal gruppo parlamentare degli autonomisti europei per i suoi insulti al ministro Cecile Kyenge, ma chi pensava che questo bastasse a far calmare almeno per un po’ le esternazioni di Mario Borghezio rimarrà deluso. Il vulcanico (per non dire altro) europarlamentare leghista torna alla carica oggi prendendosela con un altro ministro del governo Letta, Josefa Idem, nell’occhio del ciclone per la vicenda dell’Ici non pagata.

E lo fa con i suoi soliti toni. Da qualcun altro ci si aspetterebbe un’accusa circostanziata sui fatti, o quantomeno una più generica constatazione sul predicare bene e razzolare male, magari qualche battuta sul fatto che la teutonica ministra si è abituata presto agli usi italiani. E invece Borghezio la spara sempre grossa, facendo la fortuna di chi lo intervista (stavolta Klaus Davi a Klauscondicio): in questo caso il leghista paragona la Idem, diciamo così, a esercita la prostituzione.

Non ce l’ho con la signora Kyenge, ce l’ho invece contro questa ministra Idem. Forse le vere pu**ane non sono quelle che esercitano la professione, sono quelle piene di ipocrisia, politicamente parlando, che dicono una cosa e ne fanno un’altra.

Parole che ricordano alla lontana quelle di Franco Battiato riguardo le tr*ie in Parlamento, ma se in quel caso si trattava di qualcosa di circostanziato, si fatica a capire stavolta il volo pindarico di Borghezio dalla presunta evasione fiscale al meretricio.

Non mi ha stupito perché fa parte di quel giro, di quell’ambiente un po’ radical chic, di alta borghesia di persone notoriamente molto abbienti, abituate a fare la morale a Tizio e Caio riscuotendo i facili complimenti di una opinione pubblica che è ormai assuefatta a questi comportamenti salvo poi, in caso di controlli che purtroppo avvengono molto raramente, dimostrare di essere molto peggio di quelli che, commercianti, artigiani, vengono additati come evasori fiscali

Ha continuato Borghezio. Immancabili sono arrivati i primi commenti: in attesa della presa di distanza di prassi dei vertici leghisti, il primo a commentare è stato il capogruppo Pd al Senato Luigi Zanda:

Che Borghezio fosse un uomo volgare gli italiani lo hanno capito da tempo, ma oggi ha veramente toccato il fondo. Le sue parole contro il ministro Josefa Idem meritano solo ed esclusivamente il disprezzo di tutte le persone perbene

I Video di Blogo

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →