Video: le lacrime di Elsa Fornero (e due o tre cose a riguardo)

Un ministro che piange e qualche considerazione a riguardo.

“Commuoviti, ma correggimi”. Durante la conferenza stampa in cui è avvenuta la presentazione della manovra il ministro Elsa Fornero si è commossa, Mario Monti ha preso in mano la situazione, e l’ha consolata così. Un momento altamente simbolico, che ci ricorderemo. Nella giornata di oggi, lunedì 5 dicembre, avremo modo di scrivere e analizzare i provvedimenti annunciati.

Per ora però, queste immagini sono strane. In giro su Twitter, Facebook, leggo molta empatia con un ministro che si commuove. Personalmente, non la provo: è solo poca abitudine a un certo tipo di potere quella che abbiamo visto colare da quei dotti lacrimali. Notarlo non è crudele, è solo una constatazione: che nulla toglie a un ministro che si commuove mentre annuncia sacrifici duri davanti a milioni di persone. Tanto di cappello per l’onestà. Ma è solo una questione di abitudine, e di tensione tenuta dentro.

Poi: nel corso della lunghissima conferenza stampa si è potuto sperimentare una volta ancora quanto sia differente, lontanissima, agli antipodi, rispetto al precedente esecutivo la comunicazione del governo tecnico di Mario Monti. Pacata, chiara, semplice: anche un po’ “reticente” se vogliamo, non si sono onestamente comprese appieno le misure che saranno presentate alla Camera e al Senato. Ma le vedremo a breve: oggi alle 16 alla Camera, alle 18 al Senato.

I Video di Blogo