Atletica, Europei U23: Trost oro nel salto in alto, bronzo per la Hooper nei 200 m

Bronzo anche per Antonella Palmisano nei 20 km di marcia e argento per Dariya Derkach nel salto triplo.

Era l’azzurra più attesa alla IX edizione dei Campionati Europei di atletica leggera Under 23 in corso a Tampere, in Finlandia, e in effetti proprio da lei è arrivata la medaglia più preziosa: Alessia Trost, con un salto in alto di 1,98, si è laureata campionessa d’europa di categoria, un risultato eccellente che va ad aggiungersi al titolo mondiale Under 18 del 2009 a Bressanone e a quello Juniores sempre Mondiale nel 2012.

Oggi Alessia ha battuto la lituana Airine Palsyte e la russa Oksana Krasnokutskaya che si sono fermate rispettivamente a 1,92 e 1,90.
Finora l’azzurra non aveva mai saltato più di 1,92 all’aperto, mentre indoor ha superato i 2 m, il 29 gennaio di quest’anno.

La saltatrice delle Fiamme Gialle è la terza italiana di tutti i tempi all’aperto, allo stesso livello di Antonella Bevilacqua, mentre meglio di lei hanno fatto solo Sara Simoneoni, arrivata a 2,01 nel 1978, e Antonietta Di Martino, 2,03 nel 2007. Alla Bevilacqua oggi la Trost ha tolto il primato italiano Promesse, visto che Antonella si era fermata a 1,95 il 13 settembre 1992 a Oristano.

Subito dopo la vittoria, Alessia Trost ha detto:

“Oggi era una lotta soprattutto con me stessa. Dopo i 2 metri indoor saltati questo inverno, all’aperto non ero ancora riuscita ad esprimermi su certe misure. Qui volevo ritrovare quelle sensazioni e dimostrarmi che potevo saltare in alto. Ad 1,90 è capitato quel momento di crisi, come l’1,88 della finale dei Mondiali Juniores dello scorso anno. È quell’attimo fatidico della gara in cui secondo me si decide se può andare male o molto bene. Oggi è andata bene, poi fino ad 1,98 ha funzionato tutto come avrebbe dovuto e i miei salti sono tornati ad essere ‘sinceri’ come avevo desiderato prima di partire per Tampere”

Oggi l’Italia ha festeggiato anche per il bronzo di Gloria Hooper nei 200 m, percorsi in 23.24 secondi, -0,5 rispetto alla britannica Nelson che è arrivata quarta, mentre l’oro è andato all’altra britannica, Jodie Williams, che ha corso in 22.92, e l’argento alla francese Leonora Guion Firmin che ha registrato un tempo di 22.96.
La Hooper è la terza italiana a conquistare un posto sul podio dei 200 metri agli Europei Under 23: prima di lei ci erano riuscite Manuela Levorato, oro nel 1999, e Vincenza Calì, bronzo nel 2005.

La prima medaglia azzurra a questi europei è quella conquistata mercoledì scorso da Antonella Palmisano, terza nei 20 km di marcia, mentre ieri Dariya Derkach ha ottenuto l’argento nel salto triplo con una misura di 13,56 (+1.5), dietro alla bulgara Gabriela Petrova che ha saltato 13,91 (+0.6). Insomma, per ora tutte medaglie al femminile, ma domani potrebbe arrivarne qualcun’altra.

Le foto pi�¹ belle di Alessia Trost
Le foto pi�¹ belle di Alessia Trost
Le foto pi�¹ belle di Alessia Trost
Le foto più belle di Alessia Trost
Le foto più belle di Alessia Trost
Le foto più belle di Alessia Trost