Catania, uccide la moglie e si toglie la vita

La tragedia è avvenuta al termine di una violenta lite tra i due coniugi.


Omicidio-suicidio in famiglia a Misterbianco, in provincia di Catania, dove un cittadino marocchino di 37 anni, Tarik Es Sabry, ha ucciso a coltellate la moglie al termine di un violento litigio e si è tolto la vita impiccandosi nella stessa abitazione.

I contorni della vicenda sono ancora da definire, ma secondo una prima descrizione l’uomo avrebbe aggredito a coltellate la consorte, Monica Timore, sua coetanea, nel corso di un litigio che aveva allarmato anche i vicini di casa della coppia. La donna, colpita più volte col coltello, è deceduta subito. Anche per l’uomo, che si è impiccato subito dopo l’omicidio della moglie, all’arrivo dei soccorsi non c’è stato nulla da fare.

La coppia aveva un figlio di 6 anni che si trovava dai nonni quando è esplosa la follia. Sul posto si trovano ancora i carabinieri della compagnia di Fontanarossa e del reparto operativo del capoluogo etneo.