Un agosto segnato dalla violenza sulle donne

di Laura Cogo A Dubai, una famosa pop star viene ritrovata in un bagno di sangue nel suo appartamento. Il suo corpo è devastato, il viso sfigurato.  La polizia indaga sui suoi ex. In Alabama invece, un uomo di 37 anni, Anthony Hopkins, viene scoperto con il cadavere della moglie nel freezer. Lo conservava da

di Laura Cogo

A Dubai, una famosa pop star viene ritrovata in un bagno di sangue nel suo appartamento. Il suo corpo è devastato, il viso sfigurato.  La polizia indaga sui suoi ex. In Alabama invece, un uomo di 37 anni, Anthony Hopkins, viene scoperto con il cadavere della moglie nel freezer. Lo conservava da 3 anni. Il primo agosto, dal Brasile, arriva invece la notizia della morte di una ragazza inglese, squartata dal suo compagno brasiliano, che per ricordarsi dell'impresa, filma tutto con il cellulare.

E  poi via con il "festival" italiano. Un agosto segnato dalla violenza sulle donne.

Il primo di agosto Lucia Di Muro, di 31 anni, e sua madre, Maria Grazia Prisciandaro, di 62 anni vengono uccise a Canosa di Puglia. L'omicida è il novello sposo della vittima, Giovanni Valentino, di 38 anni, commerciante di prodotti agricoli. Un giorno dopo a Santorini un uomo decapita la moglie e fugge con la testa, per souvenir. 

Nel frattempo veniamo sconvolti dalla notizia shock della ragazza stuprata da un gruppo di "amici" a Firenze. Si tratta di sette ragazzi italiani, fra i 20 e i 25 anni. Uno di loro fa il regista di film splatter, in cui la violenza e il sangue regnano sovrani. La ragazza si reca all'ospedale piena di lividi, tracce di morsi sui seni e sugli organi genitali, ed evidenti segni di violenza sessuale. I ragazzi, alcuni dei quali conosciuti solo quella sera, l'avevano fatta bere. Quando si erano allontanati dalla festa, i sette giovani l'avevano trascinata verso un angolo buio e poi infilata a forza in una macchina, dove a turno avevano abusato di lei.