Salerno: scoperto giro di Baby-squillo, 5 arresti

10 in tutto gli indagati. Arrestati clienti e sfruttatori. A prostituirsi erano della ragazze tra i 15 e i 17 anni.

di remar

Dopo il caso delle baby prostitute dei Parioli, e quelle di Ladispoli, un altro giro di baby squillo è stato scoperto a Salerno dai carabinieri del comando provinciale che questa mattina hanno eseguito 5 ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip del tribunale del capoluogo campano a carico di altrettante persone.

Secondo le indagini a prostituirsi dietro un compenso prestabilito erano delle ragazze tra i 15 e i 17 anni: i clienti venivano attirati attraverso annunci su siti internet.

Tra i cinque arrestati uno è finito in carcere, gli altri quattro sono stati sottoposti agli arresti domiciliari. Per altri due indagati è invece scattato l’obbligo di dimora. Si tratta di soggetti che abitano nelle province di Salerno e di Avellino.

L’accusa a carico del presunto promotore del giro di baby squillo è di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione minorile, gli altri sei dovranno rispondere invece di atti sessuali con minorenni.

Durante l’operazione odierna i militari dell’Arma hanno eseguito anche alcune perquisizioni domiciliari e personali che hanno riguardato altre tre persone pure indagate per atti sessuali con minorenni.

Secondo le indagini una delle persone iscritte nel registro degli indagati dagli inquirenti della procura della Repubblica di Salerno “affittava” il suo appartamento per gli incontri sessuali tra le ragazzine e i clienti, dietro il pagamento di una quota fissa per ogni incontro.

© Foto Getty Images – Tutti i diritti riservati