“Beppe Grillo rivoluzionario convertito al regime”: l’attacco di Nichi Vendola

Il leader di Sel contro quello del Movimento 5 Stelle: “Intimidisce chi dissente”.

Non che ci sia mai stata simpatia tra i due, ma l’attacco arrivato oggi da Nichi Vendola contro Beppe Grillo è di quelli forti. Accuse di essere fascista il leader del Movimento 5 Stelle ne ha già ricevute parecchie, e diciamo che i processi istruiti contro i dissidenti senza neanche dare la possibilità di un libero voto ai gruppi parlamentari non aiutano.

E così il leader di Sel decide di mettere il dito nella piaga via Twitter:

Il tutto si riferisce alle ultime notizie di casa M5S: il fatto che sia ormai certo la spaccatura del gruppo alla Camera e le notizie che vogliono i talebani a Cinque Stelle pronti a una manifestazione in difesa del loro capo. In effetti la situazione nel M5S ricorda sempre di più un clima da caccia alle streghe che di sicuro non fa bene al Movimento, in emorragia di consensi.

Tra i due non corre buon sangue, come detto, anche per il famoso insulto omofobo che Beppe Grillo tempo fa rivolse a Vendola: “l’at salut, buson” (“ti saluto, frocio”). Non c’è dubbio che il leader M5S risponderà a questo attacco, ma ormai il dibattito sulle posizioni sempre più estreme del blogger e il suo modo quanto meno discutibile di gestire il suo partito è cominciato (per esempio nel confronto tra Travaglio e Flores D’Arcais).

I Video di Blogo