Crack Guru: per Matteo Cambi il processo inizia a novembre

Era stata una delle vicende che avevano riempito i giornali in un’estate fortunatamente avara di cronaca nera: montagne di cocaina, love story con modelle, il jet set briatoresco che si allunga da Carpi fino Porto Rotondo. Lo stile di vita di Matteo Cambi era un inno a quello che viene considerato il successo in questi

Era stata una delle vicende che avevano riempito i giornali in un’estate fortunatamente avara di cronaca nera: montagne di cocaina, love story con modelle, il jet set briatoresco che si allunga da Carpi fino Porto Rotondo.

Lo stile di vita di Matteo Cambi era un inno a quello che viene considerato il successo in questi anni: peccato che fosse una bolla di sapone, esplosa. E chiusa a chiave in carcere. Cambi infatti si trova ancora in via della Burla: il suo avvocato, Stefano Putinati, ha dichiarato che le sue condizioni sono in netto peggioramento. Tutto questo a causa dell’astinenza forzata da prodotti tipici del Centroamerica, e non alludo a tacos, fajitas o mojito.

A novembre dovrebbe invece iniziare il processo per il crack della margherita stilizzata. Per Cambi, la madre Simona Vecchi ed il patrigno Maruccio de Marco, si avvicina l’ora della verità

La richiesta per il giudizio immediato è stata depositata venerdì dalla pm Lucia Russo al gip Pietro Rogato nei confronti degli ex titolari di Jam Session. Matteo Cambi, Simona Vecchi e Gian Luca Maruccio De Marco potrebbero essere processati già entro novembre

Foto | bmm