Dimissioni Berlusconi: dieci anni e cinque cover di The Economist

Da “Unfit to lead Italy” all’uomo che ha fottuto un intero Paese.

Insomma: loro ci avevamo avvertito per tempo. Era il 2001, e The Economist sparava in copertina “Why Silvio Berlusconi is unfit to lead Italy”, ovvero, perché Silvio Berlusconi non è adatto a governare l’Italia. Dieci anni dopo, nel giugno scorso, un’altra storica cover. Quella che apriva con “The man who screwed an entire country”. Detto senza giri di parole: l’uomo che ha fottuto un intero Paese, a coprire una foto del Premier a Porta a Porta. Nelle pagine interne un’inchiesta sul ventennio berlusconiano.

E nel mezzo? Nel mezzo altro: anche una sfida, nell’agosto 2003, “Our challenge to Italy’s Prime Minister”, e un non troppo velato invito a levarsi dalle scatole nell’aprile 2006, con quel celebre “Basta – Time for Italy to sack Berlusconi”, che tradotto suonava come ‘Basta – È tempo per l’Italia di licenziare Berlusconi’, cosa prontamente non avvenuta. Ma mica finisce qui: nell’aprile 2008 in tempo di elezioni The Economist cita gli ABBA: con un “Mamma mia! Here we go again” e il faccione sorridente di Silvio Berlusconi appena eletto.

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →