Satira: non spariamo “castate”

Si chiude un’epoca, cade (in differita) il governo Berlusconi e qualcuno commenta come il premier commentò la fine di Gheddafi: “Sic transit gloria Bondi”

di ulisse

A Roma ci sono bianchi pennuti che volteggiano sui grandi monumenti. Da ieri sembrano avvoltoi che si muovono sui palazzi della politica e sulla carcassa del governo colpito dai “traditori”. I voltagabbiani

I fedelissimi del Cav gli chiedono da tempo uno scatto, un passo avanti. Le opposizioni gli chiedono un passo indietro. Bossi gli ha chiesto un passo di lato. Ma che ballo è? Il fla-monco

La pioggia mette in ginocchio l’Italia del nord, sepolta dalla melma. Anche il governo, però, in una giornata di pioggia romana, finisce nella melma. Berlusconi getta la spugna e la Lega insiste su una soluzione che ha poco spazio di praticabilità. Angelino Al-fango

Il Cav commentò la caduta di Gheddafi con il celebre “sic transit gloria mundi”. Nel suo caso la tragedia degenera in farsa o commedia degli equivoci. Dunque il commento va rivisto. “Sic transit gloria Bondi”

I Video di Blogo