Satira: non spariamo “castate”

Passano le legislature ma certe vecchie, buone abitudini tardano a sparire. I “pianisti” imperversano a Montecitorio e il presidente della Camera Gianfranco Fini vibra: “I deputati dovranno premere contemporaneamente due pulsanti, posti a distanza congrua l’uno dall’altro, in modo che ognuno possa votare solo per se stesso”. Finiranno davvero i “concerti”? Do, re, mi fa

di ulisse

Passano le legislature ma certe vecchie, buone abitudini tardano a sparire. I “pianisti” imperversano a Montecitorio e il presidente della Camera Gianfranco Fini vibra: “I deputati dovranno premere contemporaneamente due pulsanti, posti a distanza congrua l’uno dall’altro, in modo che ognuno possa votare solo per se stesso”. Finiranno davvero i “concerti”? Do, re, mi fa schifo

Il ministro della Difesa Ignazio “Testosterone” La Russa precisa che i caveat in Afghanistan saranno modificati in modo da abbassare da 72 a sei ore il tempo di reazione dei militari italiani a una chiamata Nato per un intervento fuori dalla nostra area di competenza. Poi ipotizza: “Tornado italiani potrebbero andare a Kabul”. Infine rivela: “Sto cercando di convincere John Rambo a schierarsi al nostro fianco”. 2008 Odissea dell’Ignazio

Il sottosegretario autoreggente al Turismo Michela Vittoria Brambilla si prepara ad andare a Napoli per concertare con le autorità locali una serie di misure di sostegno al settore, in crescente difficoltà per l’emergenza rifiuti. Tra le altre cose, Brambilla potrebbe disporre che venga spruzzato periodicamente “Chanel N° 5” sulla spazzatura. Pro-fumo negli occhi

Si moltiplicano le testimonianze agghiaccianti da parte dei pazienti della clinica milanese degli orrori. Ecco la clamorosa rivelazione dell’ex premier Romano Prodi: “Ero andato lì, avevo bisogno di un trapianto di fegato. Mi hanno impiantato quello di Diliberto che però era più marcio del mio”. ER, fetidi in prima linea