Anche Romano la Russa coinvolto nello scandalo della Clinica Santa Rita?

Ne avevamo parlato della Clinica S. Rita, anche, e più volte su crimeblog. Torniamoci sopra. “Smentisco tutto. Non so neppure dov’è il Santa Rita, anche se non escludo di aver incontrato qualche dirigente. Anzi, se mi capitassero per le mani quei medici…”, precisa da parte sua Romano La Russa, intervistato dal quotidiano online Affaritaliani.it, dopo

Ne avevamo parlato della Clinica S. Rita, anche, e più volte su crimeblog. Torniamoci sopra.

“Smentisco tutto. Non so neppure dov’è il Santa Rita, anche se non escludo di aver incontrato qualche dirigente. Anzi, se mi capitassero per le mani quei medici…”, precisa da parte sua Romano La Russa, intervistato dal quotidiano online Affaritaliani.it, dopo la pubblicazione delle intercettazioni di Domenico Lopriore, contabile della clinica, in cui si fa riferimento a presunte mazzette ad An e, specificatamente, a un esponente della famiglia La Russa

Tutto ciò arriva da AdnKronos. Romano la Russa, per i non milanesi, è un pò l’emulazione fallita del fratello Ignazio. Simile nell’aspetto, ma con qualche chilo in più, simile nella carriera, ma con qualche ministero in meno, identico nell’orientamento politico, ovvero, a destra con fiducia, come recitava uno slogan di qualche anno fa. Si sa però che i politici ricevono centinaia di telefonate al giorno, e tra queste può anche essercene qualcuna “strana”. Credetemi. Anche a fare i giornalisti si ricevono e si fanno centinaia di telefonate al giorno. Ma solitamente sai sempre con chi stai parlando, e se non lo sai, e ricevi una telefonata, la prima cosa che chiedi è come faccia questa persona ad avere il tuo numero

Romano La Russa, fratello del ministro della Difesa Ignazio, in Lombardia è stato consigliere regionale e capogruppo del partito di via della Scrofa dal 1995 al 2004. “Smentisco totalmente tutto – ribadisce La Russa – Che poi qualcuno mi possa chiamare… sono un politico, ricevo centomila chiamate al giorno”